Home Rubriche I personaggi Giorgio Peretti, “La guida che viene dal mare”

Giorgio Peretti, “La guida che viene dal mare”

157
0
SHARE
Giorgio Peretti, autore del libro

A definirlo “la guida che viene dal mare” fu lo scrittore Mario Rigoni Stern, al quale l’opera è dedicata. Il perché è presto detto: Giorgio Peretti, l’autore, è nato a Venezia nel 1941 e a diciotto anni si è trasferito a Cortina d’Ampezzo. Lì, fa la guida alpina e il maestro di sci. E, da ormai trent’anni, appena può viene all’Elba. Che è un pezzo di cuore.

E, infatti, tre dei 42 racconti che compongono il suo libro c’è anche “lei”. Con il massiccio di San Bartolomeo, i momenti di vita a Cavoli, in bicicletta, gli scogli di Chiessi. «Nel capitolo intitolato “Ultimo bagno” racconto di quella giornata di novembre in cui decisi di fare, appunto, l’ultimo bagno di stagione. Che stava per diventare l’ultimo in assoluto! Il mare era mosso e le onde altissime – ricorda – e sebbene io sia un discreto nuotatore fui sbattuto sugli scogli. Per fortuna sono qui a raccontarlo».  Le pagine del libro ripercorrono tutta la sua vita tra mare e montagna. Gli incontri con scrittori importanti: Rigoni Stern, appunto, ma anche Goffredo Parise, Dino Buzzati. Ernest Hemingway. E poi attrici, cantanti. Persino Frank Sinatra, conosciuto a Cortina durante le riprese di un suo film. In questo libro, insomma, c’è un’esistenza intera.

Ma a riposarsi Peretti non ci pensa proprio. Anche quando viene sull’isola, infatti, continua a fare la guida alpina. Certo, qui le Alpi non ci sono. Ma poco importa. «All’Elba – racconta – ci sono piccole montagne di solido granito che si possono scalare in tutta sicurezza. Il mio preferito è il Monte San Bartolomeo: qui, trent’anni fa, ho iniziato ad aprire delle “vie di roccia” attraverso cui gli alpinisti possono arrampicarsi fino a raggiungere la vetta. Americani, giapponesi… vengono da tutto il mondo. Lo so perché in cima ho lasciato un libro in cui possono scrivere il loro nome e la loro nazionalità. Ne ho già riempiti quattro!».

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here