Home Eventi e Cultura Cinema Il corto “Aria dell’Elba” finalista al Cinefutura Fest di Roma

Il corto “Aria dell’Elba” finalista al Cinefutura Fest di Roma

3011
0
SHARE

Michael Monni e Matteo Sardi hanno trascorso l’intera mattinata al telefono. Sapevano che oggi sarebbe arrivato il tanto atteso verdetto e che la commissione del Cinefutura Fest di Roma avrebbe rivelato i tre finalisti ‘senior’ per le categorie previste (ambiente e natura, arte e storia, integrazione). E con grande gioia e sorpresa hanno scoperto, qualche ora fa, che il loro “Aria dell’Elba” è stato selezionato. “Siamo felicissimi e increduli – ci dice Michael contattato telefonicamente – Ci speravamo tanto, ma non eravamo per niente sicuri di poter arrivare a questo risultato”.

I due giovani videomaker, Michael e Matteo, ad un anno dalla proiezione al cinema di Portoferraio di “Quel Maledetto Colpo“, partecipano al loro primo festival fuori dalla loro Isola d’Elba. Elba che, comunque, rappresenteranno a Roma con questo corto, scritto e girato da giugno scorso. “Aria dell’Elba parla di un ragazzo che vive sull’isola e che ha un sogno bizzarro, quello di fare l’inventore – racconta Michael -. Crea oggetti che non hanno un grosso successo. Fino al giorno in cui viene fulminato dall’idea di vendere un barattolo contenente l’aria dell’Elba“. Il corto dura 28 minuti ed è ambientato a Portoferraio. La sua sceneggiatura, ci confida Michael, “è stata scritta nel corso di lunghissime videochiamate, perché Matteo lavorava a Londra”. L’attore protagonista è Nicola Parini (sta studiando recitazione a Roma). Il corto è prodotto da Michael Monni e Matteo Sardi. “Non abbiamo nessuna produzione alle spalle – continua Michael – e questo ci rende ancora più fieri”.

Non resta, ora, che aspettare il 7 e 8 novembre. Quando a Roma si svolgerà il festival con le premiazioni dei corti finalisti e la consegna dei premi. Sarà Lino Banfi a presentarlo e in giuria ci saranno grandi nomi. “Per noi sarà un’esperienza nuova e bellissima – conclude Michael Monni -. Il primo passo che ci consentirà di conoscere questo mondo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here