Home Turismo Gat al lavoro sulla nuova convenzione (per cambiare le regole)

Gat al lavoro sulla nuova convenzione (per cambiare le regole)

379
0
SHARE

Per il momento si tratta di incontri informali. Una fase preliminare, insomma, prima di gettare le basi per elaborare la nuova convenzione per la Gestione Associata del Turismo. Anche se è arrivato il momento di far presto, dato che quella attualmente in vigore scadrà a fine anno. Ieri il secondo tavolo con i rappresentanti dei comuni elbani, chiamati a scrivere il nuovo accordo.

Intanto si ragiona su quelle famose regole che vanno cambiate e che potrebbero essere riscritte, nero su bianco, nella nuova convenzione. Fermo restando il doveroso rispetto della legge che stabilisce i settori per la gestione del contributo di sbarco (interventi sulla viabilità, rifiuti, accoglienza e promozione turistica, ambiente). Il primo terreno di scontro potrebbe essere l’individuazione di un nuovo criterio per la ripartizione delle risorse. Ad oggi, una parte viene impiegata per la promozione turistica, l’altra elargita in parti uguali tra i sette comuni elbani. Una procedura che alcuni Comuni vorrebbero cambiare. Se non altro per fare in modo che l’impiego dei soldi da parte delle amministrazioni comunali sia più tracciabile e conforme alla legge. La soluzione potrebbe essere quella di definire, in maniera comprensoriale, quali sono i progetti da finanziare con il contributo di sbarco prima ancora di dividere la cifra tra i Comuni. Una procedura che, tuttavia, rischia di non ricevere il beneplacito da parte di tutti i rappresentanti.

Ma l’altro terreno molto scivoloso è quello che riguarda la promozione turistica. Non è un segreto che alcune amministrazioni vogliano vederci chiaro sulle modalità con cui sono stati spesi dei soldi per portare l’immagine dell’Elba fuori dai confini dell’isola. Ecco perché la richiesta sarebbe quella di un cambio di passo, una nuova strategia. Partendo, comunque, da una prima verifica su quanto fatto fino ad oggi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here