Home Società Sanità Batterio New Delhi, la Asl non lasci soli i suoi medici

Batterio New Delhi, la Asl non lasci soli i suoi medici

404
2
SHARE

Il batterio New Delhi fa paura. Persino ai medici. C’è giunta notizia che uno dei pazienti elbani risultati positivi al tampone, e al momento a casa, si sia visto rifiutare la visita a domicilio del medico che aveva contattato dopo che quest’ultimo aveva saputo della sua condizione di salute. Non vogliamo entrare nel merito deontologico di questa scelta. Tuttavia se le cose sono andate veramente così sarebbe un ulteriore segno dello stato di abbandono in cui l’Asl di Livorno continua a lasciare i suoi operatori sanitari. Anche perché, arrivati a questo punto senza che nessuno porti soluzioni, la situazione potrebbe facilmente degenerare.

Dopo una serie di telefonate ai vari studi medici nessuno è stato in grado di confermarci l’esistenza di una comunicazione ufficiale da parte dell’Azienda con le linee guida da adottare nel caso di contatto con pazienti positivi al batterio. L’unica comunicazione da parte dell’Asl sarebbe una mail ufficiosa in cui si danno dei consigli su come trattare la patologia. Però, come nelle nostre ultime denunce sui casi di mala sanità all’Elba, spesso a gestire queste situazioni sono giovani medici inesperti che magari non hanno la competenza necessaria per affrontare un virus potenzialmente pericoloso anche per la loro salute e che avrebbero bisogno più che mai del supporto dell’Asl.

Proprio ieri il consiglio regionale della Toscana, in aula ha parlato del batterio senza però dare indicazioni specifiche e, soprattutto, senza mai nominare l’Isola d’Elba. È mai possibile che sullo Scoglio le questioni che riguardano la sanità debbano essere trattate sempre in questo modo?

2 COMMENTS

  1. Questo articolo, infarcito di gravi inesattezze dalla prima all’ultima riga, che danno a vedere che non si sa assolutamente nulla dell’argomento e, cosa ancor piú grave, che non ci si è proprio voluti documentare, conferma quello che ho sempre pensato: all’Elba, meno si capisce di sanità, piú se ne parla.

    • Gentile Signor Francesco,
      può far conoscere a chi legge l’articolo di Egle Naro dove sono le gravi inesattezze ?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here