Home Cronaca Batterio killer, Landi (Lega): “New Delhi all’Elba? Vogliamo spiegazioni dalla Regione”

Batterio killer, Landi (Lega): “New Delhi all’Elba? Vogliamo spiegazioni dalla Regione”

2110
2
SHARE

“Purtroppo, quella che fino a qualche giorno fa rappresentava soltanto una preoccupazione è finita per trasformarsi in concreta realtà. Apprendiamo dalla stampa locale che il batterio killer New Delhi è arrivato anche nella nostra Isola d’Elba. E che, al momento, i casi di pazienti contagiati sono tre. E’ bene che qualcuno ci dia una spiegazione di quello che sta accadendo davvero nella regione Toscana. Non possiamo più far finta di nulla”. A parlare è Marco Landi, responsabile della Lega Isola d’Elba, che interviene a proposito dei portatori del ceppo batterico che in Toscana ha portato alla morte di 31 persone in poco meno di un anno, tra novembre 2018 e il 31 agosto 2019. E che la sua diffusione si sta dimostrando così repentina e incontenibile da aver oltrepassato il canale fino ad arrivare sullo Scoglio.

“Per noi – attacca Landi – si tratta di una situazione inaccettabile in cui l’assessore regionale alla Salute, Stefania Saccardi – ha dimostrato, e continua a farlo, un forte senso di irresponsabilità. Evidentemente pensavano di poter tenere nascosta una situazione, che sta sfuggendo di mano in ambito regionale, dove si sono registrati 708 portatori del ceppo batterico ricoverati negli ospedali toscani. Esigiamo maggiore chiarezza su questo da parte della Regione Toscana. A questo punto – chiosa il responsabile della Lega Isola d’Elba – crediamo che le dimissioni della Saccardi siano inevitabili”.

2 COMMENTS

  1. Non si può ASSOLUTAMENTE sottovalutare o, peggio ancora, tenere nascosto un problema simile che riguarda la salute pubblica. Dalla Regione devono dare risposte concrete e scientificamente attendibili. È LORO DOVERE FARLO E LO PRETENDIAMO!

    • Ma se siamo qui a parlarne, come fate a dire che la Regione “tiene nascosto” il problema? Negli ospedali vengono già applicati tutti i protocolli per trattare le eventuali malattie e contrastare la diffusione del batterio, secondo le evidenze scientifiche. Non è che l’intero mondo della sanità è una congrega di scemi che erano lí fermi e per mobilitarsi per questo problema aspettavano proprio un commento di qualche elbano su internet.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here