Home Turismo Stagione turistica 2019, siamo tutti pronti a dare i numeri?

Stagione turistica 2019, siamo tutti pronti a dare i numeri?

456
1
SHARE

Il buonsenso suggerisce di non mettersi alla guida dopo aver bevuto qualche bicchierino di troppo. Ma, aggiungiamo noi, sarebbe altrettanto saggio non dare numeri sulle presenze turistiche senza avere prima smaltito la sbronza.

Perché, pur con tutta la buona volontà del mondo, proprio non siamo riusciti a capire da dove arrivasse l’entusiasmo con cui, qualche settimana fa, la Gat si riempiva la bocca nell’annunciare urbi et orbi i “buoni risultati” del lavoro da loro condotto in questi anni: vale a dire quel +1,49 percento ottenuto prendendo come riferimento i biglietti dei traghetti con relativa tassa di sbarco nei primi sette mesi dell’anno (gennaio-luglio 2019). L’Autorità portuale, col medesimo metro di giudizio (ma considerando il periodo da aprile a luglio) ha registrato un -4,5%.

Ma al di là dei numeri, per rendersi conto che, anche stavolta, la stagione ha arrancato bastava guardarsi in giro. A fronte di qualche vip che è venuto a farsi un bagno e il consueto annuncio-civetta di TripAdvisor che ha incoronato l’Elba “meta top italiana 2019”, stringi stringi i dati sono quelli che sono. Negativi. E l’andazzo lo si era capito già da luglio.

Lo ha ammesso anche il presidente degli albergatori, Massimo De Ferrari che – pur confidando teneramente in un colpo di coda settembrino – ha confermato che le presenze quest’anno sono diminuite di circa il 5 percento.

Al netto di abusivi e sommersi, oltre agli alberghi, hanno sofferto molto anche i campeggi – con una perdita di presenze di circa il 10 percento – e gli appartamenti. Questo perché, il turista non parte più per tre settimane di fila in vacanza. Quindi a fronte di più passaggi in mare, sono diminuiti i giorni di ferie.

Ma la colpa è della Brexit, dell’Isis che non fa più attentati e di Mercurio in opposizione. Guai a dire che il problema sia la cronica mancanza di servizi e di programmazione turistica.

Pensare già da adesso alla prossima stagione? Macché. Qui ci si sta già preparando a 9 mesi di meritatissimo letargo.

1 COMMENT

  1. 9 mesi?
    non ho idea di chi lei sia ma evidentemente non ha chiaro il lavoro di albergatore.
    il mese di vacanza, almeno nel mio caso, è uno. novembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here