CONDIVIDI

Un’attività di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Portoferraio che ha garantito, soprattutto nei giorni del Ferragosto, maggiore sicurezza su tutto il territorio. Nel complesso, solo nell’ultima settimana di agosto, sono 150 pattuglie che hanno controllato circa 560 veicoli e 825 persone, elevando oltre 60 contravvenzioni al Codice della Strada, col ritiro di ben 7 documenti di circolazione; 4 persone sono state denunciate all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica ed altre 4 sono state denunciate, a seguito di perquisizioni e sequestri, per reati vari, tra cui in particolare la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, per un uomo sorpreso con 35gr di hashish. In particolare, dal ponte di Ferragosto e per tutta la settimana a seguire, sono stati effettuati controlli straordinari alla circolazione stradale, ampliando notevolmente il dispositivo di sicurezza dell’Arma elbana.

Basti pensareche, soltanto per il giorno di ferragosto, ben ventidue pattuglie hanno presidiato l’intero territorio isolano per garantire una pacifica fruizione dell’Elba da parte dei turisti e visitatori, la cui presenza in questo periodo si è moltiplicata notevolmente, con il coinvolgimento dei militari delle sei Stazioni Carabinieri e del Nucleo Radiomobile. Inoltre, è stato disposto anche un servizio di controllo del territorio dall’alto, con l’impiego di un elicottero del Nucleo Elicotteri di Pisa, che ha lavorato in sinergia con le pattuglie del Nucleo Radiomobile sovrintendendo ai posti di controllo disposti sulle principali arterie elbane, per avere un controllo del territorio ancor più efficace e funzionale.

I controlli alla circolazione stradale hanno interessato nello specifico le zone in prossimità dei luoghi di aggregazione giovanile, bar e discoteche, allo scopo di procedere a verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti, specie per quanto riguarda l’abuso di sostanze alcoliche e assunzione di sostanze stupefacenti.

I controlli hanno interessato anche le acque territoriali: la motovedetta d’altura “Stefanizzi” della Compagnia di Portoferraio ha effettuato pattugliamenti navali per verificare il rispetto delle prescrizioni di legge da parte dei numerosi natanti presenti in questi giorni ed anche un sopralluogo presso l’isola di Montecristo, unitamente ai carabinieri del Nucleo Subacquei di Genova, per l’accertamento delle condizioni del peschereccio affondato lo scorso giugno.

Un serrato controllo del territorio ha inoltre consentito, in ben due diverse occasioni, a seguito di apposite denunce di due malcapitati, di identificare e rintracciare due giovani trovati in possesso rispettivamente di uno scooter in Marciana Marina e di una bici elettrica in Porto Azzurro poco prima sottratti ai rispettivi proprietari; la refurtiva è stata poi ovviamente restituita ai legittimi proprietari rispettivamente dai militari delle locali Stazioni Carabinieri dopo aver proceduto a denunciare i responsabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here