Home Ambiente Sulla duna di Lacona fiorisce il giglio di mare

Sulla duna di Lacona fiorisce il giglio di mare

273
0
SHARE

Il mito racconta che il Pancratium maritimum – il giglio bianco e profumatissimo che fiorisce sulla duna di Lacona e che un tempo rivestiva tutte le ampie e sabbiose dune del Mediterraneo – nacque da una goccia del latte della dea Era.

A Lacona, il Parco Nazionale Arcipelago Toscano, attraverso progetti Life, è intervenuto per riqualificare l’area, recintando la duna per impedirne il calpestamento e renderne più agevole la visita.

Ogni mattina, dal martedì al venerdì, le Guide Parco si dedicano alla pulizia della duna e sono disponibili per accompagnare chi lo desidera a conoscere meglio il delicato ecosistema in cui fiorisce il giglio di mare (visita guidata gratuita alle ore 11, ritrovo presso Info Park Lacona).

Grazie all’intervento del Parco Nazionale e al prezioso lavoro di monitoraggio e tutela svolto dai volontari del gruppo Lacona Beach Supporters e da Legambiente Arcipelago Toscano sappiamo che quest’anno il primo giglio è fiorito il 5 luglio, con una ventina di giorni di ritardo rispetto al primo fiore censito lo scorso anno.  In base ai dati raccolti lo scorso settembre, si può ritenere plausibile che nel 2018 siano comparse sulla duna 5mila piante che hanno prodotto 25mila fiori e oltre mezzo milione di semi. Questi numeri ci dicono che i gigli non sono in pericolo a Lacona, non per questo hanno meno bisogno della nostra protezione e del nostro rispetto: non cogliamoli dunque, e cerchiamo sempre di evitare il calpestamento di qualsiasi pianta che cresce sulla duna, anche nelle aree non recintate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here