Home Rubriche Caro Direttore Caro direttore, ecco gli eventi in onore di Napoleone

Caro direttore, ecco gli eventi in onore di Napoleone

104
0
SHARE

Caro direttore,
ho letto l’articolo “Niente festa di compleanno”, sul n. 15 del 1 agosto 2019 del Corriere Elbano (leggi qui).

Come cultore di storia napoleonica e appassionato frequentatore dell’Elba, ho il piacere di comunicarle quanto segue: il 29 luglio, a Portoferraio, è stata inaugurata, nel “Teatro” annesso alla residenza napoleonica della Villa dei Mulini, una mostra, di cui sono il curatore,  dal titolo “Napoleone 1769-2019. Un ‘Grande’ di Francia in Toscana nel 250° anniversario della nascita”.

La mostra, che rimarrà aperta fino al 31 ottobre, è stata sponsorizzata dal Consiglio Regionale della Toscana, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e dalla Fondazione Livorno Arte e Cultura, con la partecipazione del Polo Museale della Toscana e col patrocinio dell’Ambasciata di Francia in Italia e del Comune di Portoferraio.

La mostra, nella ricorrenza del 250° anniversario della nascita, celebra il grande personaggio che fu ospite dell’Elba, ricordando, a chi non lo sapesse, che la sua famiglia era di origini toscane, precisamente di San Miniato. Vengono esposte centinaia di soldatini artistici della Collezione Alberto Predieri, di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e diecine di stampe originali, della Fondazione Arte e Cultura di Livorno.

Sono anche esposte copie anastatiche di quattro lettere di Napoleone, scritte nel 1814, durante la sua permanenza all’Elba, riguardanti le proposte che venivano fatte in ordine alla creazione di altiforni sull’isola, per fondere il minerale proveniente dalle miniere qui situate; altiforni poi non realizzati, poiché Napoleone non diede il consenso.

Altra importante attrattiva è rappresentata dalla proiezione, a ciclo continuo, su una parete del Teatro, di un filmato, realizzato per l’occasione, con citazioni di pellicole di soggetto napoleonico e da foto di opere d’arte.

Le sarò grato se vorrà ospitare questa mia sul suo giornale, e spero comunque che nel prossimo numero sia dato il giusto risalto a questa iniziativa.

Con i miei migliori saluti

Giuseppe Adduci 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here