Home Rubriche Caro Direttore Caro direttore, perché non si interviene contro i cinghiali?

Caro direttore, perché non si interviene contro i cinghiali?

321
0
SHARE

Caro direttore,

me ne stavo zappettando attorno ad alcune piante da frutto, per poi procedere alla concimazione, entro il piccolo frutteto che possiedo in località Viticcio del Comune di Portoferraio quando ho sentito ringhiare poco distante, sulla mia sinistra.

Ho rivolto lo sguardo da quella parte ed ho visto un enorme cinghiale che mi stava osservando con le sue notevoli zanne ai lati del muso.

Non avevo tra le mani che la piccola zappa con la quale stavo muovendo la terra attorno ad alcune piante per cui ho cercato di ignorare la presenza di quel brutto bestione che avevo vicino, continuando nella mia opera.

Non nascondo che mi è venuto alla mente l’episodio occorso a quel disgraziato agricoltore residente in calabria che, qualche mese addietro, è stato caricato proprio da un grosso cinghiale ed è morto a causa delle ferite riportate proprio a causa della carica che aveva subìto.

Insomma, ho confidato nella buona sorte ed ho potuto fare un bel sospiro di sollievo quando non ho più visto al mio fianco quel poco piacevole bestione.

Ma questa non è la prima volta che capita di vedere cinghiali in prossimità delle case di abitazione. Infatti, qualche giorno addietro, percorrendo la strada che conduce all’Enfola, proprio lungo detta strada ho seguito per un buon tratto quattro cinghialetti che poi, allorché si sono accorti della macchina che stavo conducendo, sono schizzati nel bosco che sulla destra costeggia detta strada.

Anche in quella circostanza, qualora un motociclista avesse percorso la strada nel senso inverso, non so proprio come se la sarebbe cavata.

Alcuni vicini ed altri conoscenti mi dicono che i cinghiali stanno infestando tutta l’isola e stanno arrecando notevoli danni sia alle colture esistenti che alla infrastrutture, quali muretti divisori, piccoli manufatti quali capanni e depositi per gli attrezzi agricoli.

Ma ciò che più meraviglia è che nessuno prende provvedimenti e che il fenomeno, perché di un fenomeno si tratta, sia visto e considerato da tutti come un fatto, anzi come una serie di eventi folcloristici.

So di chi si è rivolto al Parco, chi si è rivolto alle Guardie Forestali, chi ai Carabinieri; sta di fatto, però che sino ad oggi, nessuno ha preso i provvedimenti necessari per eliminare o, per lo meno, ridurre notevolmente il fenomeno.

Infatti, non si provvede con indennizzi di pochi euro a chi ha subito la devastazione dell’uliveto o del vigneto o quella dei muretti di sostegno o con la cattura di qualche esemplare con la apposizione di gabbie che, nella maggior parte dei casi, restano vuote ovvero con l’uccisione di qualche esemplare da parte delle Guardie.

Non si può certo andare a scoprire chi è stato quel “genio” che ha importato nell’isola i cinghiali, in quanto mi assicurano che l’isola era popolata di starne, lepri e conigli e non si vedevano cinghiali da alcuna parte.

Se anche si scoprisse chi li ha importati, dopo così tanti anni non gli si potrebbero richiedere tutti i danni che ha provocato con la sua “bella pensata”.

Eppure sarebbe bello vederlo assediato da tutte le denunce e le richieste di risarcimento dei danni che gli pioverebbero addosso da tutti i danneggiati.

In conclusione non si può aspettare che succeda un evento estremamente grave prima di prendere i necessari provvedimenti. Questa infestazione dei cinghiali non può e non deve essere trascurata, pena la sicurezza e la tranquillità degli abitanti e dei villeggianti, oltre ai danni procurati in varia forma.

Insomma, siano presi i dovuti provvedimenti e indette delle battute da parte dei cacciatori e delle guardie forestali in modo da ridurre drasticamente la popolazione dei cinghiali così da eliminare la possibilità che questi possano pregiudicare la sicurezza di tutti e continuare a creare danni alle coltura ed alla strutture in genere. Questo è l’auspicio.

Alessandro Cinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here