CONDIVIDI

Una rissa breve ma violenta che ha portato tre persone in ospedale. Danni all’interno del locale. La serata di martedì al Tinello è terminata così.

Una chiusura del tutto inaspettata per il personale del locale di Campo nell’Elba e per i suoi buttafuori che, nel giro di pochi minuti, si sono trovati a dover gestire un gruppo di giovani – pare cinque o sei, tutti elbani – intenzionati a danneggiare l’interno della discoteca.

Stando ai racconti dei pochi presenti a quell’ora, le 4 e 20 del mattino, la banda dei malintenzionati si è presentata poco prima della chiusura. E, una volta dentro, ha iniziato a danneggiare tavoli, divanetti e impianti della luce.

Sono intervenuti i buttafuori che hanno “accompagnato” i giovani all’esterno del locale dove però, di lì a poco, si è scatenata la rissa: tre persone dello staff del locale – due dei buttafuori e l’amministratore – sono finite in ospedale. Uno di loro ha riportato un trauma cranico e una prognosi di dieci giorni; un altro, oltre al trauma cranico, ha rimediato una lussazione alla spalla e qualche costola incrinata. 

Le forze dell’ordine, arrivate sul posto quando la rissa era già terminata, hanno già identificato tutti i responsabili

Il Tinello nelle ultime settimane era già stato al centro di una grossa grana burocratica con il comune di Campo nell’Elba (leggi qui) per via di ordinanze e diffide che hanno imposto ai proprietari del locale il divieto di fare musica oltre le 2,30. Proprio martedì, tra l’altro, la discoteca aveva riottenuto l’autorizzazione ad esercitare l’intrattenimento musicale fino alle 4 e 30, così come prevede la sua licenza.

Mentre gli inquirenti stanno terminando tutti i rilievi del caso, sono tanti gli interrogativi che sorgono su questa brutta vicenda: si è trattato di un incidente isolato o c’è dietro una regia occulta? A quale scopo? 
 

2 COMMENTI

  1. In realtà questi non sono proprio i fatti erano presenti 2 mie amiche che hanno infatti parlato è testimoniato hai carabinieri e vorrei dirvi anche la loro versione perché mi sembra corretto . Il gruppo di ragazzi è entrato con noi alle 3 nel locale alle 4,20 un buttafuori ha insistito in malo modo ( spintonando ) che uscissero dal locale e così hanno fatto . Una volta sul lato esterno i ragazzi cantavano e facevano cori (neanche rivolti al tinello ) e li son stati “ aggrediti “ dallo staff buttafuori del locale . La mia amica fidanzata di uno di loro era sobria ed è rimasta scioccata dalla vicenda perché non è normale essere aggrediti così per dei cori . Nessuno ha danneggiato nulla perché la cosa si è svolta all’esterno del locale . Lei poverina si è spaventata e li ha detto che per come si comportavano era giusto se il comune li faceva chiudere e Il tipo l’ha pure minacciata dicendogli “ di pesare” le parole che lui veniva a seccheto e bruciava tutto il paese che tanto nessuno gli avrebbe creduto. Fatto sta che la rissa era tra 3 ragazzi e 3 buttafuori poi dal nulla è spuntato uno dall’interno del locale con del ghiaccio in testa e ha fatto finta di essere stato picchiato dai ragazzi anche lui . 2 su 3 dei ragazzi sono finiti al pronto soccorso con varie contusioni e tagli e l’ambulanza li ha accompagnati all’ospedale . Che razza di persone sono quelle che aggrediscono dei ragazzi per dei cori e poi minacciano pure le ragazze , dovrebbero essere loro gli adulti lì dentro e gestire con più diplomazia queste cose . Le mie amiche comunque hanno detto già tutto ai carabinieri sul posto credo che i gestori del tinello vogliano risultare le “ vittime “ quando non lo sono . Se volete utilizzare queste notizie per modificare o scrivere un altro articolo Gradirei che questa testimonianza rimanesse in forma anonima . Grazie cordiali saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here