Home Società Caro direttore, che senso hanno le ispezioni dell’Asl se “preannunciate”?

Caro direttore, che senso hanno le ispezioni dell’Asl se “preannunciate”?

326
0
SHARE

Caro direttore, 
tempo fa sono stato portato in ospedale a Portoferraio con chiari sintomi di intossicazione da cibo avariato. Le medicine prescritte, ironia della sorte, non mi permettevano di stare al sole. Quindi vacanze rovinate.

Nella speranza che la mia brutta esperienza non si ripetesse, ho chiesto al personale del Pronto Soccorso come fare per segnalare il caso agli organi competenti.

Mi hanno risposto che i controlli sanitari si sarebbero attivati in automatico dopo un certo numero di segnalazioni. Mi sono così trovato a provare sentimenti contrastanti, tra il desiderio di “farla pagare” alla pizzeria incriminata e quello di sperare che nessun altro passasse come me interminabili ore su una barella del Pronto Soccorso.

In questi giorni, gli amici che mi hanno ospitato all’Elba mi hanno comunicato la “bella” notizia: la pizzeria in questione ha ricevuto la visita dell’Asl (evidentemente c’erano stati altri intossicati come me) ed è rimasta chiusa qualche giorno per far sì che si rimettesse in regola tra pulizia e modalità di conservazione del cibo. 

Tuttavia voglio segnalare quella che a tutti gli effetti mi sembra un’anomalia: parlando la proprietaria – loro conoscente – i miei amici hanno scoperto che era stata avvisata dell’imminente controllo direttamente dall’Asl. Tant’è che ha fatto in tempo a far sparire la maggior parte delle schifezze in giro. Anche se, evidentemente non è bastato a evitarle sanzioni. Insomma, è andata bene. Ma per un pelo. 

Le ipotesi ora si accavallano: c’è chi parla di una “soffiata” da parte del solito funzionario compiacente, chi di una prassi consolidata degli operatori sanitari e chi di una prima visita “a sorpresa” e una seconda annunciata. Però mi chiedo: che senso ha avvisare il locale prima di un’ispezione se poi si fa in tempo a far sparire le prove? Con le intossicazioni alimentari non si scherza, c’è chi ci ha rimesso la salute. Dove sta la verità? 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here