Home Notizie dall'Italia Grande evasore fiscale tra Elba, Roma, Andorra e Svizzera

Grande evasore fiscale tra Elba, Roma, Andorra e Svizzera

258
0
SHARE

Speculava su investimenti finanziari senza dichiararne i profitti, trasferiti e allocati in paradisi fiscali. Dalle migliori residenze, tra Porto Azzurro e Roma, ha tentato di regolarizzare i suoi guadagni con i benefici e l’anonimato garantiti dallo scudo fiscale. Si tratta di un ex funzionario, 65enne originario di Bolzano, che per anni ha fornito consulenze a cittadini e investitori non istituzionali nell’ambito del suo lavoro presso la filiale romana di un istituto europeo di ‘private banking’, accumulando capitali prima allocati all’estero poi occultati al fisco. Ora, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma ha chiesto il sequestro preventivo di 6,4 milioni di euro di imposte evase. L’accusa è di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Nei giorni scorsi, i finanzieri di Livorno hanno dato corso al sequestro di tre unità immobiliari a Roma, del valore di 600mila euro, e di disponibilità finanziari per un controvalore di 200mila euro. In Svizzera hanno bloccato, grazie all’assistenza dell’Autorità giudiziaria del Canton Ticino, i conti lì presenti.

L’operazione è stata condotta dalle fiamme gialle del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Livorno in collaborazione, a livello internazionale, con omologhi reparti di Stati esteri che ha permesso di individuare una grave forma di evasione fiscale da parte dell’ex funzionario che, operando in vari paesi, ha provato a ‘spogliarsi’ del patrimonio italiano a lui riconducibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here