Home Società Eventi e Cultura Magnetic Opera Festival, si lavora già alla sesta edizione

Magnetic Opera Festival, si lavora già alla sesta edizione

77
0
SHARE

Si è conclusa lunedì 22 luglio, con una scenografica “Turandot”, la quinta edizione del Magnetic Opera Festival a Capoliveri, organizzato dall’associazione culturale Maggyart. Cinque appuntamenti serali, tra lirica e danza, ospitati quasi tutti alla Miniera di Ginevro. Evento di punta di questa edizione è stato senza dubbio il fantastico “Porgy and Bess” con il New York Harlem Theater: lo spettacolo, proposto nella sua edizione originale ma adattato agli spazi così particolari della Miniera, ha lasciato il pubblico completamente entusiasta.

“E’ stata un’altra edizione di successo, che ha avuto un ottimo riscontro da parte del pubblico”, ha commentato Luca Rossi, presidente dell’associazione Maggyart. Dall’8 al 22 luglio il Festival ha animato anche la Piazza Matteotti di Capoliveri con il ciclo di “Matinée” musicali quotidiani e gratuiti: una sorta di aperitivo musicale per ricordare e anticipare gli spettacoli serali. In due mattine si sono svolte anche le “Junior-matinée”, dove i protagonisti sono stati i bambini e la loro musica. Sempre in Piazza Matteotti, ma in serata, l’8 luglio si è tenuto l’evento inaugurale, il concerto con il trio di soprano “Appassionante”, che è stato un vero successo di pubblico.

Intanto, gli organizzatori stanno già lavorando all’edizione 2020, che si terrà dal 5 al 22 luglio. La sesta edizione di Magnetic Opera Festival proporrà “L’elisir d’amore” (Donizetti), “Bohème” (Puccini), “Così fan tutte” (Mozart) e “Nabucco” (Verdi), oltre a un concerto serale in Piazza Matteotti che verrà comunicato in seguito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here