CONDIVIDI

Missione compiuta, AAA viaggiatori trovati. La campagna più straordinaria dell’estate, promossa da Moby e Tirrenia, le due compagnie del Gruppo Onorato, per cercare tre giudici d’eccezione si è appena conclusa.

Ad aggiudicarsi il contratto come miglior “Family manager”, organizzatore di viaggi ed attività per tutta la famiglia, in grado di sopravvivere nel migliore dei modi alle richieste di mogli e figli, dopo una serie di prove che hanno comportato anche il gonfiaggio di balene di gomma di Moby nel minor tempo possibile, è stato Diego Di Franco, papà napoletano. Il migliore “Food lover”, il ghiottone che non sa rinunciare al piacere del cibo e che si precipita a fotografare ogni pietanza e a valutare ogni impiattamento tutte le volte che ha un piatto davanti a sé, è stata la coppia dei “fratelli del gusto” Margherita e Damiano Tercon di Rimini, inseparabili e capaci di sprigionare amore per il cibo e per la vita. E, anche in questo caso, non è mancata la prova di abilità, con i tre finalisti che hanno mangiato uno dei manicaretti di Oreste Romagnolo con gli occhi bendati e hanno dovuto indovinare i dieci ingredienti dello “gnocco alla cacciatora di pesce spada” ideato dallo chef ponzese re delle cucine di Moby e Tirrenia. E non poteva mancare la ricerca del “Travel expert”, colui che organizza nel migliore dei modi i viaggi, scegliendo destinazioni, mezzi, alberghi, ristoranti e tutto ciò che fa viaggio e vacanza. Perfettamente vacanziera anche la prova per loro, con karaoke sui classici della canzone dialettale italiana, ma con le carte rimescolate: “Sciuri sciuri” a una ragazza sarda; “O surdato nnammurato” a un milanese e, conseguentemente, “O mia bela Madunina” a una napoletana. Ennesima prova della capacità di stupire delle navi delle due Compagnie, incarnata dall’assegnataria del contratto da diecimila euro, Maria Esposito da Napoli, capace di interpretare quattro personaggi in trenta secondi di video, perfetta testimonial del fatto che per chi sceglie Moby e Tirrenia la vacanza inizia già dal viaggio. Per loro, un contratto da diecimila euro per un giorno di lavoro per ciascuna delle categoria professionali scelta, per giudicare i servizi di bordo della flotta Moby e Tirrenia sulle rotte per le più belle località di vacanza.

La finale del talent, che ha registrato un successo di partecipanti (in migliaia si sono candidati sul sito moby.it postando i loro video) si è svolta a bordo della Moby Aki, ammiraglia della flotta, in viaggio fra Piombino e Olbia e a cui sono stati dedicati anche appositi video e profili per raccontarli nel migliore dei modi. Giuria d’eccezione per la serata: Oreste Romagnolo, chef che firma alcuni dei piatti gourmet dei menù di Moby e Tirrenia ed è universalmente riconosciuto come uno dei migliori cuochi d’Italia; la Pozzolis Family, la famiglia social più famosa d’Italia, e Alessandro Onorato, vicepresidente del Gruppo armatoriale di Moby e Tirrenia e responsabile commerciale.

“Siamo molto soddisfatti di questa esperienza – ha commentato Alessandro Onorato – sia per come si è sviluppata durante questi mesi nelle sue varie fasi, sia per l’affetto con cui ci hanno seguito i nostri clienti. E stiamo già pensando di replicare il prossimo anno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here