CONDIVIDI

Davanti agli occhi attoniti dei bagnanti, uno yacht si è incagliato nella spiaggia di Cala Giovanna, a Pianosa, l’unica dove è permesso sostare e fare il bagno sull’isola. Sul posto, immediato l’intervento della motovedetta della Guardia Costiera. In corso le verifiche per risalire alla causa dell’incidente, ma soprattutto per capire cosa ci facesse un’imbarcazione all’interno di una zona tutelata e protetta.

La cronaca. E’ successo tutto questa mattina. Uno yacht, non si conoscono ancora le generalità del diportista né delle persone a bordo, si è incagliato proprio davanti alla spiaggia di Cala Giovanna sull’isola di Pianosa. In realtà, prima che avvenisse il fatto, era stata già intercettata dalla motovedetta della Guardia Costiera (in servizio permanente sull’isola fino al 15 settembre, grazie anche al protocollo d’intesa siglato proprio pochi giorni fa tra Parco Nazionale Arcipelago Toscano e Direzione Marittima) che stava raggiungendo l’imbarcazione. L’unità è stata subito disincagliata e condotta al molo di ormeggio del traghetto. Nel corso delle prossime ore saranno fatti tutti gli accertamenti del caso per capire se l’ingresso dell’imbarcazione all’interno di una zona tutelata e protetta (come quella di Pianosa) è stato dovuto ad un’azione volontaria o ad un guasto nel motore che ha condotto l’unità sotto costa. Dalle prime impressioni, sembrerebbe che la situazione sia sfuggita di mano al diportista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here