CONDIVIDI

Stamattina c’è stato un incontro tra tutte le amministrazioni locali sulla questione dell’autonomia idrica e del dissalatore.

Convocata dal sindaco di Capoliveri Gelsi, scopo della riunione era trovare una linea comune tra le varie proposte della Regione Toscana.

Tutte le rappresentanze sono d’accordo sul fatto che il dissalatore – ritenuto dannoso dal punto di vista ambientale e sconveniente da quello economico – non venga costruito a Mola e sulla necessità di trovare nuove soluzioni.

Una di queste potrebbe essere la costruzione dell’infrastruttura in un posto, sempre all’Elba, dove vi sia minore possibilità di creare danni. Oppure direttamente sulla terraferma.

Tutti dell’idea che sia necessario trovare una soluzione più ecologica ed efficiente possibile, con l’applicazione di tecnologie più avanzate di quelle del progetto proposto dalla Regione. Le amministrazioni sono convinte che il dissalatore potrebbe risolvere molti problemi, soprattutto nel periodo estivo in cui l’acqua scarseggia, ma solo se realizzato in una zona a minore impatto ambientale.

Per quanto riguarda l’autonomia idrica, i comuni sono orientati verso la riparazione della condotta sottomarina, molto vecchia e degradata, e la costruzione di una seconda.

Infine, il sindaco di Capoliveri ha consigliato di trovare anche un referente elbano che si interfacci con l’ASA: “Noi abbiamo bisogno di una persona competente, soprattutto dal punto di visto tecnico, che possa rappresentare l’Elba all’ASA. Deve essere uno che conosce la nostra situazione e riportarla. Non possiamo essere rappresentati da una persona del Continente perché non conoscerebbe a pieno le nostre problematiche”.

Probabilmente nella prima quindicina di luglio tra le amministrazioni comunali e l’assessore regionale all’Ambiente e Difesa del suolo Federica Frantoni ci sarà una riunione dove i sindaci elbani potranno confrontarsi direttamente con la Regione muovendo le loro proposte ed esprimendo le loro perplessità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here