Home Comuni Estate 2019, prova costume non superata

Estate 2019, prova costume non superata

229
0
SHARE

Siamo tutti d’accordo che ormai è troppo tardi per mettersi a dieta per l’estate? Ditelo anche agli amministratori elbani che, anche quest’anno, non hanno permesso all’isola di superare la prova costume. I turisti iniziano ad arrivare, ma sono tante le cose ancora da mettere a posto.

Se dici Elba pensi a Napoleone. Ma chi viene qui per visitare le sue residenze rimarrà deluso: tralasciando lo stato pietoso in cui si trovano, infatti, non è detto che siano comunque aperte al pubblico (leggi qui). Pensate di rimediare con una gita a Pianosa? Ok, sappiate però che un’area del porto vecchio è stata chiusa perché pericolante. Non che il resto dell’isola sia messo meglio: Pianosa casca a pezzi, ma nessuno si prende la colpa. (leggi qui)

Patrimonio culturale a parte, i problemi sono soprattutto di carattere pratico e si presentano già al momento dello sbarco: la cronica penuria di vigili urbani in tutta l’isola (a Portoferraio manca addirittura un comandante) si esaspera proprio in estate. Basti pensare che, in alta stagione, la popolazione dello Scoglio può arrivare a dieci volte tanto, automobili al seguito incluse.

Sapete che casino? Eppure qualcuno aveva promesso di mettere mano alla viabilità portuale. Per restare in tema traffico, anche la rotonda di San Giovanni, sempre “in procinto” di essere realizzata da anni (leggi qui) è rimasta sulla carta. Eppure è un’opera assolutamente necessaria.

Speriamo non si verifichino incidenti, visto che pure l’ospedale ha i suoi problemi: ci saranno sufficienti medici per gestire le emergenze estive? Si saranno messi d’accordo sulla questione degli infermieri a bordo delle ambulanze?

Già che ci siamo, segnaliamo che alle Ghiaie c’è un muro pericolante che mette a rischio la sicurezza dei bagnanti (leggi qui). Aspettiamo che ci scappi il morto? Il muro in questione confina con l’impianto sportivo dove sarebbe dovuto già sorgere lo skate park. Ma anche di questo progetto non se n’è saputo più nulla.

Nel frattempo continua la saga dell’aeroporto, con riunioni a Roma per ridefinire i bandi di gara per la continuità territoriale. Ma anche quest’anno se ne riparlerà l’anno prossimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here