CONDIVIDI

“Nell’ultimo Consiglio comunale dello scorso 7 giugno la maggioranza ha approvato la delibera di regolamento delle attività del Consiglio Comunale facendo passare norme capestro che mortificheranno la vita democratica istituzionale, denotando sempre di più l’affermazione dell’arrogante principio che “chi comanda fa legge”, tipica di un manovratore che non vuole essere disturbato nelle proprie faccende quotidiane di gestione del potere.

Denunciamo questo fatto all’opinione pubblica, poiché anche se può sembrare un fattore di secondaria importanza per i cittadini, in realtà non lo è: quando viene mortificato il potere di controllo politico, significa prima di tutto essere indifesi come soggetti privati verso gli errori e le distorsioni, sempre possibili nella gestione della pubblica amministrazione.

Abbiamo già denunciato per scritto al Prefetto di Livorno omissioni ed inadempimenti istituzionali che questa maggioranza sta perpetrando fin dal suo insediamento, senza che nessuno intervenga. Ancora giacciono due nostre interpellanze senza risposta da mesi.

Ed anche in questo nuovo regolamento, di gran lunga più restrittivo del precedente nelle prerogative dei consiglieri, presenta incongruenze ma anche alcune illegittimità che non mancheremo di far rilevare ancora nelle sedi opportune. Sappiamo già che cercheranno di intimidirci, per poter procedere incontrastati, ma non ci faranno rinunciare al nostro ruolo, che non è mai stato di opposizione cattiva o preconcetta, ma attenta e vigilante, questo sí.”

Umberto Canovaro, gruppo Terra Nostra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here