CONDIVIDI

Prevedere il futuro è un’operazione impossibile. Il Festival Internazionale del Mare, Seif, ci ha comunque voluto provare. Allungando lo sguardo verso il futuro e immaginando l’isola proiettata nel 2035. Con quest’ambizioso obiettivo, Acqua dell’Elba, in collaborazione con il Parco Nazionale Arcipelago Toscano, ha anticipato quelle che saranno alcune tematiche di questa seconda edizione di Seif, in programma il 28, 29 e 30 giugno a Marciana Marina. E lo ha fatto con l’aiuto dei relatori Andrea Sartori, consulente per l’Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Monica Fabris, ricercatrice di GPF&Associati, Andrea Vettori, vice capo dell’unità “Utilizzo e gestione del territorio” della direzione generale Ambiente della Commissione Europa e tutte le personalità interessate, politici, rappresentanti delle associazioni di categoria, sindacati, enti pubblici e imprenditori. Da cui, tra l’altro, a dirla con le parole di Andrea Vettori, deve arrivare il contributo più importante per far sì che la transizione dell’Elba verso uno sviluppo economico sano ed ecosostenibile possa accelerare. A partire, per esempio, dall’uso di mezzi del trasporto pubblico locale a basso impatto ambientale, utilizzo di energia rinnovabile, l’eliminazione di oggetti in plastica monouso, l’uso di prodotti e servizi con certificazione ambientale, la preferenza di prodotti alimentari locali, la riduzione dello spreco alimentare, la realizzazione di prodotti sostenibili, la creazione di una filiera per il reimpiego dei rifiuti. In generale, tutto quello che può aiutare un’isola come l’Elba a passare da un modello produttivo lineare, in cui il turismo viene visto come fosse un’industria, a un modello circolare, dove il turismo, invece, contribuisce a rigenerale risorse ambientali e culturali. Una sfida, comunque, che l’Elba può affrontare e mettere a fuoco.

“Questa tavola rotonda – ha detto Fabio Murzi nel suo intervento di apertura – vuole anticipare le tre giornate di Seif che, come sapete, vede nella valorizzazione e bellezza del mare il punto di partenza da cui iniziare a riflettere. Il mare è la risorsa fondamentale per noi, ecco perché non potevamo sottrarci da uno sguardo al futuro. Viviamo un momento particolare, di grandi cambiamenti. Sappiate che dipende tutto da noi. Abbiamo la fortuna di vivere in un posto straordinario e dalle tante potenzialità come l’Elba, non bruciamoci questo vantaggio. Concludo dicendo che oggi come non mai abbiamo bisogno di una visione unitaria per condividere dove vogliamo andare e come intendiamo farlo”.

La seconda parte della mattina è stata dedicata all’ascolto e agli interventi degli stakeholder locali che hanno rivestito un ruolo cruciale nella logica dell’incontro, portando all’attenzione le loro aspettative, visioni e questioni urgenti da affrontare per vivere, nel 2035, in un’isola più efficiente e soprattutto più sostenibile. All’appello hanno risposto gli Amministratori, primo tra tutti a prendere la parola il Consigliere Regionale Gianni Anselmi, seguito dalla Sindaca di Marciana Marina Gabriella Allori e dal neo Vicesindaco di Portoferraio Luca Baldi. Poi ancora, il Presidente del Parco Giampiero Sammuri, Umberto Mazzantini responsabile nazionale Isole Minori di Legambiente, Marco Mantovani Presidente della Fondazione Isola d’Elba, il Presidente della Banca dell’Elba Luca Bartolini e Claudio Boccardo, amministratore di Ala Toscana, con un video messaggio arrivato direttamente dalla Conferenza sui Servizi a Roma. Poi è stata la volta delle Associazioni di Categoria. In particolare è intervenuto il Presidente Provinciale della CNA Maurizio Serini, Lamberto Ferrini per Confcommercio Elba e Franco De Simone per Confesercenti. A concludere la carrellata di interventi sono stati infine Paolo Ballerini, medico specialista della clinica Medicart, Cecilia Pacini, Presidente dell’Associazione Italia Nostra Arcipelago Toscano e infine Patrizia Lupi, direttrice della rivista Enjoy Elba. Ora l’appuntamento è per tutti il 28-29 e 30 giugno con la seconda edizione di Seif a Marciana Marina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here