CONDIVIDI
LP2_2984

Onorato Armatori esordisce al “Transport Logistic” di Monaco di Baviera, la fiera leader mondiale per la logistica e la mobilità. «Siamo un asset dell’Italia e lo stiamo diventando del Mediterraneo» – spiega Alessandro Onorato, vicepresidente e responsabile commerciale del gruppo.

Dopo la partecipazione all’ITB di Berlino, punto di riferimento per il mercato internazionale dei passeggeri, il Gruppo Onorato Armatori torna in Germania e sbarca per la prima volta al Transport Logistic di Monaco di Baviera, la maggiore Fiera europea dedicata al trasporto delle merci e alla logistica.

La presenza di Onorato Armatori al Transport Logistic è quasi la firma sul disegno complessivo del Gruppo per quanto riguarda il trasporto delle merci: “Il nostro debutto al Transport Logistic – spiega Alessandro Onorato, vicepresidente del Gruppo e responsabile commerciale – coincide con l’obiettivo di allargare sempre più i nostri orizzonti, dopo le positive esperienze che ci hanno permesso di sbarcare con successo sul Baltico e sul Mediterraneo“.

E, dopo aver conquistato fette sempre più importanti del mercato italiano, con lo sbarco in Sicilia, la parola d’ordine del Gruppo sull’autotrasporto è internazionalizzazione: “Vogliamo espanderci sempre più – continua Alessandro Onorato – guardando sia a Est, che a Ovest, con particolare attenzione anche alla Spagna“.

Insomma, il modello vincente sul nostro Paese verrà declinato anche all’estero: “Siamo un asset dell’Italia e vogliamo diventarlo sempre più per tutto il Mediterraneo“.

Per raggiungere l’obiettivo scendono in campo le nuove navi – le più grandi e più green del Mediterraneo, ciascuna delle quali può trasportare più di 280 semirimorchi – e sono allo studio nuovi servizi riservati agli autotrasportatori: “L’entrata in linea della Maria Grazia Onorato – conclude il vicepresidente del Gruppo – ci sta dando moltissime soddisfazioni commerciali ed entro sei mesi sarà al suo fianco anche la Alf Pollak, per un totale di oltre otto chilometri lineari di mezzi imbarcati ogni giorno solo su queste due navi“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here