CONDIVIDI

Non è bastata l’amara sorpresa del trasferimento in extremis della manifestazione sportiva dall’Isola d’Elba alla Corsica. No. Per i Giochi delle Isole le figuracce non finiscono mai. E all’indomani del rientro della delegazione elbana, emerge il triste epilogo di quella che, alla luce dei fatti, è diventata una vera e propria soap. Il contributo delle amministrazioni (14mila euro) non è arrivato in tempo per l’inizio della manifestazione. Anzi, sembra che il pagamento non sia stato ancora effettuato. Di chi è la responsabilità? Pare proprio del Comune di Portoferraio che aveva preso l’impegno di versare il bonifico al Coji prima che i ragazzi partissero alla volta della Corsica.

Ma andiamo con ordine. Quando gli atleti elbani sono arrivati martedì mattina a Bastia, accompagnati dal capo delegazione, Andrea Tozzi, e dal presidente del Comitato Organizzatore Locale, Claudio Bianchi, tutto potevano aspettarsi tranne che ricevere, da parte dei “padroni di casa” (leggi Coji, Comitato organizzatore dei Giochi delle Isole) un’accoglienza davvero poco gradita. E il motivo è davvero semplice: da parte dell’Isola d’Elba non era ancora arrivato il bonifico del contributo economico che le amministrazioni dello Scoglio avevano promesso. Sembra che la responsabilità sia proprio di Portoferraio che, per conto anche degli altri comuni elbani, avrebbe dovuto farsi carico di corrispondere la somma dovuta. Una situazione imbarazzante per gli accompagnatori dei ragazzi che avrebbero ricevuto diverse sollecitazioni da parte del Coji, pena la rinuncia alla partecipazione ai Giochi delle Isole 2019. Cosa è successo? Solo un problema di tempi tecnici? No, perché, come risulta anche dall’albo pretorio del Comune di Portoferraio, la determina di pagamento dei 17mila euro è stata fatta solo il 22 maggio, dopo non poche telefonate partite da Bastia. Praticamente nel pieno delle competizioni sportive. Addirittura, sembra che ci sia stato il bisogno di riunire ben due Giunte (una delle quali alla presenza dei tecnici). Ma la questione sembra ancora irrisolta. Perché da uno dei membri del Coji è appena arrivata la conferma che il pagamento non sia stato ancora effettuato. Perché? Il nodo potrebbe essere quella formula inserita nella determina di Giunta, secondo cui il Comune si riserva “di erogare il contributo nell’importo massimo concesso o nel minore importo risultante da rendiconto che il Comitato Organizzatore Giochi delle Isole dovrà presentare entro 60 giorni dalla fine della manifestazione”. Sembra che questa mattina il presidente Bianchi si sia presentato alla Biscotteria per trovare una soluzione tecnica, affinché questi soldi siano immediatamente versati al Coji.

Come finirà? Chi può dirlo. Certo è che l’Elba ha rischiato di dover rinunciare ad una manifestazione sportiva a livello internazionale. Proprio una bella figuraccia. Che è riuscita a sporcare il bel successo della delegazione elbana con le sue 10 medaglie conquistate.

1 COMMENTO

  1. Tutta la delegazione ha rischiato veramente tanto. Sono stati bravi i nostri atleti e accompagnatori… Complimenti a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here