CONDIVIDI

Le sirene delle navi in porto accompagnano il momento in cui il sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari, scopre la targa. “Banchina Achille Onorato”. L’Isola d’Elba rende omaggio al patron della Navarma, con l’intitolazione di una porzione di approdo ad uno dei grandi padri dell’industria armatoriale italiana. Sul palco montato nel piazzale tra il molo 5 e il molo 4, ci sono i nipoti. Achille, Ceo del Gruppo, ricorda che “dove oggi sorge la banchina intitolata a mio nonno c’era una spiaggia con a fianco un pontile di legno. Qui nonno Achille mi ha insegnato a pescare ma anche ad amare quest’isola, con la quale c’è un legame speciale fatto di collaborazione e fratellanza”. Isola che, ricorda ancora, “era il suo cuore. E’ il posto in cui aveva scelto di venire a vivere. Era la sua casa”. E riferendosi a nonno Achille, Alessandro Onorato, vice presidente del Gruppo, ha sottolineato come “figlio, nipoti e pronipoti cerchino ogni giorno con il loro lavoro di renderlo orgoglioso”.

Parole che risuonano nel Porto di Portoferraio, davanti ad un folto pubblico. Presenti, oltre a tutta la famiglia Onorato, le autorità militari, il sindaco accompagnato dal suo staff. Brillava l’assenza di un rappresentante dell’Autorità di Sistema portuale.

Sullo sfondo, la nave ammiraglia del Gruppo, la Maria Grazia Onorato. La più grande ro-ro e la più Green operante in Mediterraneo è l’emblema della difesa dei marittimi italiani. Ma è anche il simbolo di un grande amore tra Achille Onorato e la sua dolce metà. La vedova del commendatore, che ancora oggi vive nel Grattacielo di Portoferraio e che ha affiancato il marito per 70 anni, ha voluto omaggiare con la sua presenza la cerimonia dedicata all’uomo che, prima di chiunque altro, ha creduto e ha investito nello sviluppo turistico dell’isola.

A margine della cerimonia, Gaetano D’Auria, organizzatore delle Miniolimpiadi dell’Elba, ha voluto ringraziare la famiglia Onorato, con la consegna di una targa, per le costanti sponsorizzazioni a favore dello sport giovanile dell’isola.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here