CONDIVIDI

Nella battaglia contro la droga, la Polizia di Stato esce dalla porta di servizio del Commissariato, attraversa il pericoloso corridoio dell’indifferenza e si ferma davanti ai cancelli degli istituti scolastici. Dove, checché se ne dica, le Forze dell’Ordine fanno ancora fatica ad entrare. Perché, spiega il questore di Livorno – il dottor Lorenzo Suraci – nel corso del convegno organizzato dal Commissariato di Portoferraio in collaborazione con la Fondazione Isola d’Elba Onlus, “possiamo farlo solo in caso di flagranza di reato o se il preside ce lo chiede espressamente”. Questo giusto per avere un’idea di un primo gap che la Polizia ha intenzione di superare parlando direttamente ai ragazzi. In un momento, tra l’altro, in cui l’età dei consumatori si sta sempre più abbassando. Dunque, informazione e formazione, come ha sottolineato il dirigente del Commissariato di Portoferraio, Pietro Scroccarello, per debellare un problema, quello della droga appunto, “di emergenza educativa”.

In realtà il percorso è stato già avviato. “La Polizia di Stato – ha detto Scroccarello – farà la sua parte anche con un’azione didattica”. E quello che si è tenuto al Centro de Laugier è stato solo il primo di una serie di incontri che le Forze dell’Ordine porteranno avanti insieme agli studenti. Insieme, appunto. Anche nella lotta alla droga, così come per altre validissime ragioni, la chiave sta sempre nel fare sistema. E lo ha ricordato anche il giornalista Gabriele Canè, moderatore del convegno. Ma della partita, e su questo punto hanno insistito più volte i relatori, dovranno far parte anche i genitori. L’altro anello debole nella catena della prevenzione al consumo di sostanze stupefacenti. Insomma, la prima pietra è stata già posta. I tempi sono maturi per passare sempre più dalle parole ai fatti. Anche perché, come ha ricordato il dottor Giancarlo Gasparini – direttore SerD per l’Usl Toscana Nord Ovest, “l’Elba non è un isola felice” sotto questo punto di vista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here