CONDIVIDI

Il risultato finale di 4 a 2 per la squadra composta dai detenuti ha un doppio sapore di rivincita. La vittoria sulla compagine della polizia penitenziaria, nella partita di calcio organizzata nel campetto della Casa di Reclusione di Porto Azzurro, è stata suggellata da un momento di leggerezza che il direttore Francesco D’Anselmo identifica nell’immagine della riappacificazione. Interiore, certo. Ma soprattutto con il mondo esterno. Perché questa volta soltanto il colore di una maglia ha fatto la differenza in campo. Lo sport ha unito. Oggi, nell’iniziativa organizzata dalla direzione del carcere in collaborazione con l’area educatori, più che mai. Lo sport ha reso tutti uguali, o almeno per quell’ora di partita. Detenuti e agenti della polizia penitenziaria. Gli uni contro gli altri, ma solo in una “competizione” amichevole che non ha registrato neppure un solo minuto di tensione. Nemmeno la pioggia ha potuto fermare il gioco in campo. Sugli spalti, a fare il tifo, i compagni di cella.

“Si tratta di un momento di rieducazione – commenta il direttore Francesco D’Anselmo – in cui la polizia penitenziaria oggi si confronta con una squadra di detenuti nel segno della riappacificazione. Qui, fortunatamente, c’è un clima che ci consente di portare avanti iniziative come questa”. In passato non sono mai mancate. Lo sport, poi, è al centro del percorso di formazione che la direzione sta portando avanti da tempo nei confronti della popolazione carceraria. “Siamo sempre stati favorevoli – spiega la comandante della polizia penitenziaria, Giulia Perrini – a questi eventi che vedono in primo piano la possibilità, per chi sta vivendo l’esperienza della detenzione, di aggregazione sociale”. A breve, il campo della Casa di Reclusione di Porto Azzurro ospiterà una partita di rugby. Ancora un momento sportivo che per i detenuti vale già come una vittoria.

Prossimo appuntamento sabato 13 aprile con la partita di rugby tra la squadra dei detenuti, che si allena ogni giovedì con l’allenatore volontario
dell’Amatori Rugby Toscana, e alcuni giocatori di rugby delle squadre di Piombino, Grosseto, Cecina ed Elba rugby. Saranno presenti alcuni membri della FIR Nazionale e Regionale e un arbitro federale, nonché alcuni membri della Amatori Rugby Toscana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here