Home Comuni Portoferraio, Ferrari sulla Tari: “Non ci sarà nessuna stangata”

Portoferraio, Ferrari sulla Tari: “Non ci sarà nessuna stangata”

221
0
SHARE

Non ci sarà nessuna stangata”. Mario Ferrari rassicura i cittadini e fuga ogni dubbio su un possibile aumento consistente della tassa dei rifiuti, tale da poter gravare sulle tasche dei residenti. Il recupero di circa un milione di euro di Tari che Esaom, per via di una sentenza della Cassazione, non dovrà versare nelle casse del Comune, varrà il 2 o il 3%, spiega Ferrari, che sarà spalmato in 5 o 6 anni. “L’amministrazione – precisa il primo cittadino di Portoferraio – sta lavorando per adempiere ad una sentenza determinata da fatti non imputabili a questi amministratori”.

Ma il nodo di questa vicenda, che risale al 2012 e a cui la Cassazione mette la parole fine solo dopo cinque anni, è puramente tecnico. Perché quando Ferrari si sgancia dall’avere una qualche responsabilità nell’aver chiesto un tributo di 250mila euro all’anno, dicendo che “la sua maggioranza non ha nessuna colpa in questo”, viene da pensare che il vero artefice di una manovra sbagliata sia il suo responsabile dell’Ufficio servizi finanziari. Che, nonostante il Tar e il Consiglio di Stato abbiano dato ragione ad Esaom Cesa, ha preteso ugualmente quel pagamento. Parliamo di una querelle andata avanti dal 2012 al 2017 e che ha creato un buco di oltre 1 milione di euro nelle casse della Biscotteria. E ora che anche la Cassazione ha dato parere favorevole al ricorso di Esaom, il Comune di Portoferraio è al lavoro per trovare una soluzione. La strada che l’amministrazione dovrebbe imboccare sarà quella di una spalmatura in cinque anni. Il recupero del credito ormai diventato inesigibile dovrebbe valere circa il 2%, ma sarà inserito in una voce a parte. Dunque, nessuna stangata per i cittadini di Portoferraio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here