CONDIVIDI

Al Comune di Portoferraio, si affilano le lame per la corsa a sindaco. Mario Ferrari ha deciso di interrompere il sodalizio con l’assessore “esterno” Angelo Del Mastro e stamattina ha firmato la lettera con la quale gli revoca tutte le deleghe. Cioè quelle relative a comunicazione, demanio e patrimonio, commercio e attività produttive. Ed era inevitabile che la cosa finisse così, dal momento che Del Mastro oltre a mettersi in concorrenza con il primo cittadino per la carica di sindaco, da tempo aveva adottato tutta una serie di comportamenti che lo avevano trasformato da assessore “esterno” in “assessore autonomo”. Troppe le iniziative – anche a livello internazionale – senza la minima comunicazione a Ferrari. Senza tenere conto, poi, di quella decisione di candidarsi contro chi lo aveva voluto in giunta, non preoccupandosi neppure di avvisarlo prima.

E così dopo la revoca della delega come vicesindaco a Roberto Marini (sostituito da Adalberto Bertucci) e dopo l’addio alla Biscotteria dell’altra assessora Adonella Anselmi (ma quello fu definito uno sganciamento per “motivi personali”), la giunta Ferrari continua a perdere pezzi. L’ennesimo segnale di divisioni nel campo del centrodestra che potrebbe pesare sulle prossime elezioni comunali. Poche ore dopo alla decisione del sindaco Ferrari di revocare la nomina ad assessore esterno di Angelo Del Mastro, il presidente del Consiglio Comunale Luciano Rossi, che con Del Mastro aveva iniziato a ragionare su una possibile lista alternativa, ha comunicato le sue dimissioni dall’incarico, uscendo contestualmente dal gruppo di maggioranza. E a goderne ci sono gli esponenti del centrosinistra, pronti ad approfittare della favorevole situazione. Perché non è un mistero che sono al lavoro vari “pontieri” per arrivare ad una lista unica che possa comprendere tutte le realtà della sinistra. Un risultato che, se raggiunto, finirebbe per mettere nei guai il variegato e litigioso schieramento del centrodestra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here