CONDIVIDI
B&B Porta del Mare Piazza Cavour 34, Portoferraio

Dalla Liguria alla Toscana, dopo aver investito parte del suo tempo alla ricerca delle esperienze ricettive più funzionali d’Italia. Per poi sbarcare all’Isola d’Elba.

Qui, dieci anni fa, ha voluto piantare i semi maturati nel corso della sua esperienza lavorativa. E oggi, con il suo B&B Porta del Mare, il primo nato nel pieno centro storico di Portoferraio, raccoglie i frutti di una vita.

Quando Rossella Bottai si è innamorata dello Scoglio, le cose, sull’isola, «andavano decisamente meglio. Arrivava molta più gente rispetto ad oggi e, soprattutto, c’era ancora un ufficio turistico in grado di accogliere gli ospiti”. Mai, tuttavia, ha pensato di precludere ai suoi clienti la possibilità di godere della vista sul Molo Elba anche in periodi di bassa stagione.

«Lavorare tutto l’anno? Per me è normale – ammette Rossella – E poi, la mia visione del lavoro non contempla la chiusura di un’attività per diversi mesi. L’isola offre tante opportunità tutto l’anno. Non possiamo permettere che l’Elba, invece di progredire, sia costretta ad un processo di involuzione».

L’ultima stagione invernale non è stata delle migliori. «Quest’anno ho incassato meno rispetto agli scorsi anni – ci confida – eppure ho lavorato quasi tutti i fine settimana dei mesi più freddi. Lo scorso week-end ho ricevuto una coppia di russi che, a fine soggiorno, mi ha ringraziata per il solo fatto di aver trovato la mia struttura aperta». Tuttavia, con una stagione estiva che, negli anni, si è sempre più accorciata, Rossella sa bene che il periodo invernale, generalmente, può aiutare a sostenere le spese che un imprenditore si trova ad affrontare tutto l’anno. «Ho un affitto da pagare, non posso permettermi di chiudere – ci spiega – Con i guadagni della bassa stagione mi ripago qualche spesa. è chiaro, però, che non potrei aprire nel periodo invernale se non mettessi da parte un po’ dell’incasso estivo».

Il B&B Porta del Mare si affaccia nella centralissima piazza Cavour di Portoferraio. La vista è un colpo all’occhio. Tre stanze – Grecale, Scirocco e Maestrale – ognuna con il suo bagno e dotate di ogni confort. Un arredo semplice e accogliente, in perfetto stile mare. «In questa struttura ho investito tanto – ci racconta Rossella – è il sogno di una vita».  A distanza di dieci anni dall’apertura, il bed&breakfast di Rossella può contare su una cerchia, ormai ben consolidata, di clienti affezionati. Anche se, ci confida, il lavoro non manca mai. «In tutti questi anni ho ospitato professionisti, agenti di commercio, amanti del trekking, proprietari di immobili all’Elba che invece di aprire la propria casa per pochi giorni preferiscono soggiornare in un bed&breakfast».

Ad ogni modo, Rossella Bottai è certa che il lavoro in bassa stagione ci sia. Ma, soprattutto, che l’isola possa fare ancora molto per accogliere il turista al meglio: «Sarebbe necessario investire più energie per invogliare la gente a venire all’Elba”. E rilancia: «Credo che le aziende aperte tutto l’anno debbano poter lavorare in sinergia tra loro magari, perché no, puntando sul turismo enogastronomico e sportivo».

IRMA ANNALORO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here