CONDIVIDI

Schierati, insieme agli studenti liceali, nella stazione degli autobus a Portoferraio, davanti ai mezzi in servizio. Pochi minuti, quanto è bastato per far sentire la voce dell’isola. . Il sindaco Mario Ferrari e il suo vice Adalberto Bertucci sono scesi in strada a fianco dei ragazzi in segno di protesta contro l’azienda del trasporto locale su gomma. “Ci sono più persone a Chiessi che corse con la Ctt”, urla qualcuno nei primi minuti della manifestazione. Alla base dell’iniziativa, il mancato arrivo sull’isola dei nuovi mezzi così come la Ctt Nord aveva assicurato lo scorso anno. “Non vedo ancora la luce – ha detto il primo cittadino a margine dell’iniziativa – non so quando potremo usufruire dei nuovi autobus promessi. Essere qui, oggi, è giusto e doveroso. Soprattutto per i nostri ragazzi che stanno pagando sulla loro pelle i problemi di collegamento”.

La cronaca. “Aumentano i prezzi ma i servizi non migliorano”, recita un cartello esposto dagli stessi ragazzi nel corso della manifestazione che si è svolta intorno all’ora di pranzo. Iniziativa che era stata concordata, nelle scorse ore, tra il vicesindaco Bertucci e i rappresentanti degli studenti. “Abbiamo autobus che si fermano per strada – ha spiegato Bertucci – Mezzi che saltano le corse e studenti che arrivano tardi a scuola”. Si è trattato di una protesta pacifica durata pochi minuti, senza che si concretizzasse il rischio di interruzione di pubblico servizio. Rischio che, tuttavia, il vicesindaco non esclude per il futuro, nel caso in cui le richieste dell’Elba non dovessero trovare risposte in breve tempo. “Aspettiamo il tavolo dell’8 marzo a Firenze tra Ctt, Regione, Provincia e Comuni. Se quell’incontro dovesse concludersi con un nulla di fatto, allora valuteremo altre forme di protesta, magari bloccando anche le corse per più tempo”. Tra i ragazzi, davanti alla stazione degli autobus di Portoferraio, c’era anche il neo sindaco del consiglio comunale dei ragazzi a Marciana Marina, Pietro Gentili. “Lo stato dei trasporti all’Elba è decadente – ha commentato – Le corse sono assenti e il costo degli abbonamenti è esorbitante”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here