CONDIVIDI

Di fronte alla pantomima in area moderata, dominata da aspiranti amministratori che si sbracciano per fare i primi della classe, il centrosinistra si frega le mani e prova a darsi un’identità. Se non altro per cercare di intascare la rivincita rispetto alla sconfitta certificata dalle scorse amministrative che hanno segnato una debacle a vantaggio di un centrodestra compatto. In questo caso, il silenzio assordante dietro cui l’opposizione dell’amministrazione uscente ha scelto di celarsi non deve trarre in inganno. No, perché, tra riunioni riservatissime e incontri meno formali, l’area più progressista detta la sua linea e prova a ricostituire una base da cui partire. In attesa di uscire ufficialmente allo scoperto.

La macchina del centrosinistra si muove a fari spenti. Anche se, soltanto una settimana fa, una manina anonima aveva svelato l’esistenza della lista civica “Cosmopoli rinasce”. Anonima, appunto, perché, dichiarazioni d’intenti e appelli al senso civico a parte, non aveva accennato a quali potessero essere le identità dei sostenitori e degli aderenti al gruppo. Stando ai bene informati, tuttavia, dietro questo movimento ci sarebbero, tra gli altri, Angelo Zini, Leo Lupi e, presumibilmente, Paolo Andreoli (attuale segretario del Partito Democratico di Portoferraio). Ad ogni modo, figure che, oltre ad aver avuto un ruolo di spicco nella giunta Peria (precedente all’attuale amministrazione), hanno mostrato tutte le intenzioni a intessere un rapporto – efficace quanto duraturo – con il gruppo di lavoro che attualmente pare si stia organizzando per costituire una valida alternativa alle proposte di centrodestra. Gruppo rappresentativo di diverse sensibilità e che vedrebbe il coinvolgimento, tra gli altri, della consigliera Alessia Del Torto e di Renato Corrado de Michieli Vitturi (lo scorso anno si era candidato alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle in vista delle politiche del 4 marzo 2018).

E su questo binario sembra che si stia muovendo anche il treno dell’attuale opposizione guidato da Cosetta Pellegrini e Antonella Giuzio. Dopo un dialogo aperto con Simone Meloni (possibile candidato a capo di una lista trasversale) e il suo inner circle, le due attuali consigliere avrebbero deciso di rientrare nei ranghi e sedere allo stesso tavolo che, a breve, dovrebbe partorire un primo manifesto con tanto di programma elettorale. Quando questo avverrà non è ancora dato sapere. Ma primi rumors fanno supporre che l’ora della verità sia ormai vicinissima. Intanto non sarebbe difficile immaginare che a muovere i fili ci sia Simone De Rosas, segretario Pd Elba. E che qualcuno si sia lasciato già andare a timidi tentativi finalizzati alla ricerca di un capolista. C’è chi giura che una possibile candidatura sia stata già presa in esame nel corso di una cena, pare, in quel di Rio. E il nome sarebbe quello di un ex presidente della Cosimo de’ Medici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here