CONDIVIDI

E’ cominciata da qualche giorno l’avventura spagnola di Alessia Bulleri, la ciclista dell’isola d’Elba che come è noto è stata ingaggiata per correre come professionista su strada nella neonata formazione spagnola Eneicue diretta da Eneritz Iturriaga ed Iñigo Cuesta. 25 anni, una carriera fra mountain bike, dove è stata campionessa italiana juniores, e ciclocross, con una vittoria del Giro D’Italia, oltre a numerose maglie azzurre in entrambe le specialità, Alessia ha corso per tre anni su strada con la maglia dell’Aromitalia Vaiano Fondriest, portando a termine per tre volte la Corsa Rosa.

“Sono molto emozionata per questa avventura che sta per cominciare – ci ha raccontato Alessia – sono stata accolta benissimo da una squadra molto ben organizzata e da delle compagne di altissimo livello, e sono convinta che faremo una grande stagione. Nell’ultima settimana ci siamo allenati a Leon, a 900 metri di altitudine, con delle uscite di gruppo facendo lavori specifici: le prime sensazioni sono molto buone. L’esordio è previsto domenica 10 febbraio nella Vuelta Valenciana, ma faremo molte gare in Spagna, Belgio e anche in Italia”.

La decisione di Alessia non è stata facile: “Lasciare la realtà dell’Isola d’Elba e la mia Scuola di Ciclismo è stata una scelta importante – ci ha raccontato ancora la giovane ciclista toscana – ma credo che fosse il momento giusto per tentare il grande salto”. Alessia Bulleri non esclude comunque un ritorno alla sua vera passione, la mountain bike. “Alla fine della stagione di ciclocross – ci ha rivelato – per scaricare le fatiche mi sono dedicata a quello che è il mio primo amore, sulle strade di casa. E mi piacerebbe tornarci presto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here