CONDIVIDI

Anche Ruggero Barbetti, sindaco Capoliveri (Comune capofila nella Gestione Associata per il Turismo) esprime grande soddisfazione per l’accordo siglato tra Moby-Toremar e l’Associazione Albergatori per garantire uno sconto sui biglietti per tutto l’anno. Ed immediatamente mette a fuoco la grande opportunità che questo impegno sancisce per l’Isola d’Elba: una nuova operazione di promozione turistica. “Se riusciamo a metterci insieme, Gat, albergatori e compagnie di navigazione per definire progetti comuni di investimento per la promozione – spiega Barbetti – credo che i risultati non potranno che essere importanti”.

Qual è la sua prima impressione in quanto sindaco del Comune Capofila della Gat? Penso che si tratti di un accordo molto importante per l’Elba, considerando che le due più grandi entità – compagnie di navigazione da un lato e albergatori dall’altro – hanno trovato un punto di incontro in campo turistico. Adesso, spero che i comuni riescano a trovare una sintesi sulle problematiche legate al turismo e che questa sintesi venga discussa all’interno della Gestione Associata per il Turismo.

Che ruolo avrà la Gestione Associata per il Turismo all’interno di questo accordo?Premetto che non conosco ancora i dettagli. Credo però che, di fronte alla disponibilità da parte delle compagnie di navigazione, rimarcata in più occasioni, a mettersi al tavolo per studiare una progettazione unica, la Gat, insieme agli altri due soggetti, possa contribuire a realizzare un buon prodotto e a trovare nuove forme di promozione. Penso ai pacchetti vacanze da offrire ai nostri ospiti. Fino ad oggi il turista ha pensato a costruirsi il suo viaggio. Ecco, questo accordo, in modo del tutto innovativo, ci permetterà di individuare pacchetti certi da promuovere per i nostri clienti. Una vera svolta per la nostra isola.

A proposito, il presidente De Ferrari ha individuato nel biglietto unico, per chi arriva in aereo a Pisa per poi prendere il bus e il traghetto per l’Elba, una delle strade da percorrere insieme alla Gat per promuovere l’Elba. Cosa ne pensa?Sicuramente è una delle soluzioni per facilitare l’utente. Ed è possibile pensare che siano proprio le compagnie aeree a vendere questa iniziativa che, tra l’altro, avvantaggerebbe anche loro. Molte, in altri casi, lo fanno già.

Al fine di migliorare la promozione turistica estiva e invernale, non crede che, arrivati a questo punto, occorra anche un coordinamento tra i vari Comuni sulla predisposizione, magari, di un calendario degli eventi gestito a livello comprensoriale? E’ possibile farlo per gli eventi più importanti o per le date certe che ogni amministrazione ha. Penso alle feste patronali o a quelle iniziative commerciali come la Notte Blu. Sarebbe quasi impossibile definire una programmazione che includa tutte le manifestazioni di un comune, per il semplice fatto che, spesso, l’ufficialità di un evento arriva sotto data. Però, potremmo lavorare su un sito web che riporti tutti gli eventi dell’Elba. Magari, pensando ad un display sulle navi, in grado di dare le informazioni della settimana ai turisti in arrivo.

Sindaco, l’accordo siglato va nella direzione della destagionalizzazione. L’isola, però, sconta una mancanza di servizi. Cosa possono fare i Comuni in questo senso? E’ possibile studiare forme di agevolazione per i negozianti? Ci si può inventare qualcosa. E’ chiaro che io non posso intervenire laddove c’è una normativa a livello nazionale. La Tari, ad esempio, sono obbligato ad incassarla. Quello che, da sindaco, posso fare, però, è lavorare su una defiscalizzazione per alcune aziende, ma nel caso in cui ci sia un finanziamento da utilizzare. Il contributo di sbarco, in questo, potrebbe aiutarci ad incentivare i piccoli imprenditori ad aprire in bassa stagione. Ecco perché dobbiamo trovare il modo di aumentare la tassa. Ma, presto, ci riproverò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here