CONDIVIDI

Molti alunni hanno scelto alcuni dei miei titoli, altri studenti autori diversi; la cosa importante è che è stato dato da leggere un libro fantasy (uscendo finalmente dagli stereotipi classici ). I pregiudizi verso questo genere cominciano a scemare, lentamente, ma iniziano a farlo. Grazie, quindi, a tutti quei professori che hanno avuto questa bellissima iniziativa.

Mi è giunta voce che anche in altre scuole di Italia, per l’esame di terza media per la precisione, sia stato dato un compito analogo.

Diverse richieste mi sono pervenute, infatti, da alcuni miei lettori sparsi per il continente; questa volta dovevano preparare una vera e propria tesina non solo su un libro fantasy, ma anche sull’autore (laddove fosse stato possibile conoscerlo di persona).

Come si suol dire, quindi, il Fantasy è un settore in crescita anche in Italia; speriamo solo che questo processo si velocizzi un po’ di più e che le persone inizino a leggere un po’ di più.

Quando vado agli incontri con i miei lettori dico sempre una cosa che ritengo fondamentale; l’importante non è leggere un mio libro, ma, semplicemente, leggere.

Il nostro cervello è un meraviglioso muscolo che, come tutti i muscoli, ha bisogno di allenamento e questo allenamento proviene dalla lettura.

Quindi leggete, qualsiasi genere letterario, non espressamente il Fantasy; perché, poi, da soli vi avvicinerete agli altri generi letterari.

Il vostro cervello diventerà sempre più esigente e sempre più affamato, ragion per cui da soli inizierete ad esplorare il vastissimo mondo della letteratura contemporanea. I ragazzi iniziano con il fantasy per poi andare verso il thriller, il giallo, storie di vita vera, storie d’amore e via dicendo; viceversa gli adulti, partiti da generi un po’ più classici, potrebbero ritrovarsi a spaziare su generi completamente opposti a quelli originari.

Non sono pochi i miei lettori over 55 che hanno iniziato a leggere il genere fantasy proprio con me, per poi appassionarvisi peggio di un adolescente scatenato. E tutto questo perché hanno deciso di abbattere i propri pregiudizi su questo strano e tanto controverso genere letterario.

Ciò che mi dà speranza per il futuro di questo mondo incredibilmente vasto è la diffusione, sempre più numerosa, dei tanti Comics sparsi per l’Italia. Più di cinquant’anni fa iniziò Lucca, con il primo Lucca Comics; guardate cosa è diventato oggi giorno. Uno degli eventi di settore tra i più importanti d’Europa ed è tutto italiano; i disegnatori di tutto il mondo fanno a cazzotti per potervi partecipare.

Tra questi abbiamo una grande eccellenza tutta italiana; uno dei più importanti disegnatori delle tavole del Signore degli Anelli è un Italiano di grandissimo talento. Successivamente, dal 2000 ad oggi, quasi tutte le grandi città di Italia hanno iniziato ad organizzare eventi similari; ricordo, ad esempio, il Comics di Roma, di Varchi, di Milano, quello di Napoli, di Torino, quelli siciliani e così via.

Durante queste manifestazioni il fantasy, in tutte le sue forme e sfaccettature, la fa da padrone; basti pensare alle migliaia di persone che si vestono come uno dei protagonisti delle loro serie preferite…i famosi Cosplayer. A Lucca, per esempio, mi capita spesso di vedere intere famiglie vestite come gli eroi di Guerre Stellari; la mamma è Leila, il papà Luke Skywalker, il figlio maggiore un Jedi e quello nel passeggino il Maestro Joda. O altre agghindate come i protagonisti di Tolkien con Hobbit, Elfi, Nani e via dicendo.

Ed è assolutamente bellissimo, perché durante questi eventi, persone di tutte le età, estrazioni sociali, colori o religioni, si ritrovano insieme per gioire e divertirsi in un modo semplice, pulito e genuino, senza preconcetti reciproci o pregiudizi di alcun genere.

Quindi lasciate andare la vostra fantasia, lasciatela volare… e come dico sempre ai miei sostenitori… buona lettura a tutti voi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here