Home Comuni Veleni al Comune di Rio, ma Corsini è “strasereno”

Veleni al Comune di Rio, ma Corsini è “strasereno”

506
0
SHARE

Il sindaco di Rio, Marco Corsini, si definisce “strasereno” di fronte alla querela che l’ex primo cittadino di Rio nell’Elba, Claudio De Santi, ha dichiarato – sulle pagine web di un quotidiano online – di aver sporto contro l’attuale amministrazione comunale. L’oggetto del contendere è una sanzione di poco più di 25mila euro, per il “mancato rispetto del patto di stabilità interno” risalente al 2014, di cui la Giunta Corsini ha disposto il pagamento, oltre che l’invio degli atti alla Corte dei Conti per accertare le responsabilità.  “Prendo atto della querela – commenta Corsini – ma, sinceramente, non so che farne”.

La vicenda. Il 24 dicembre 2018 la Giunta comunale, prendendo atto del fatto che “l’ex Comune di Rio nell’Elba risulta inserito nell’elenco dei comuni che non hanno rispettato il Patto di stabilità per l’anno 2014” e di fronte ad una sanzione da parte del ministero dell’Interno che “con nota del 10 settembre 2018 ha comunicato a questa amministrazione l’importo della sanzione cui è assoggettato l’ex Comune di Rio nell’Elba” per una cifra di “25.600,00 euro”, dà mandato di provvedere al versamento della somma, entro il 31 dicembre 2018, al Bilancio dello Stato. In più, si legge nella delibera, la Giunta comunale invita a predisporre “gli atti necessari a rendere rapporto alla Procura della Corte dei Conti per l’eventuale responsabilità da danno erariale”. Storce il naso, di fronte a questo atto pubblico, l’ex sindaco di Rio nell’Elba, Claudio de Santi, che è intervenuto ammettendo di aver sporto querela nei confronti dell’attuale amministrazione, perché “accusato in modo implicito”. “Io non ho colpevolizzato nessuno. – si schermisce Corsini – Di fronte ad una sanzione da pagare, che tra l’altro l’ex comune di Rio nell’Elba avrebbe potuto evitare dimostrando di aver investito in edilizia scolastica, è stato un atto dovuto approvare la delibera in oggetto per disporre il pagamento. Così come lo è stata la decisione di fare rapporto alla Corte dei Conti per eventuali verifiche”. E insiste: “Una cosa è certa. La mia amministrazione deve pagare 25mila euro per un fatto che risale alle precedenti gestioni. Io, però, non ho accusato nessuno. Voglio precisare che io non ho nulla contro De Santi. Anzi, non lo conosco nemmeno. Sarà la Corte dei Conti ad accertare eventuali responsabilità”.

Sferzato da quello che Corsini chiama “clima di veleni e di tensioni che provengono dalle passate amministrazioni”, il sindaco di Rio ricorda, inoltre, di aver ereditato una situazione finanziaria delicata. “I bilanci consuntivi di Rio nell’Elba non venivano approvati dal 2014. – spiega Corsini – Ogni cosa che tocco è un problema. Dico solo che amministrazioni precedenti hanno generato una situazione che ha portato, oggi, ad una sanzione che di certo, in questo periodo, non mi fa comodo avere in bilancio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here