Home Comunicati Stampa “Un giorno da poliziotto” per la Scuola Primaria Battisti

“Un giorno da poliziotto” per la Scuola Primaria Battisti

84
0
SHARE

In questo inizio settimana sono stati i bimbi della IV della Scuola Primaria Battisti a trascorrere “Un Giorno da Poliziotto” nel Commissariato di P.S. di Portoferraio. Elevato l’interesse e la soddisfazione per l’iniziativa. Prosegue contemporaneamente l’iniziativa didattica concertata con i Dirigenti Scolastici presso le Scuole Medie. Al “Pascoli”, in particolare, si è svolto un incontro venerdì 11 ed un successivo si terrà venerdì 18 gennaio. Verranno approfondite non solo le tematiche delle “dipendenze” e della nuova emergenza costituita dall’immissione sul mercato clandestino della droga sintetica, ma anche del “Cyberbullismo” e di “internet”. Con i ragazzi delle classi I d e I E si discuterà, in particolare, del web, posto dove si possono apprendere tantissime cose, promuovere la propria creatività nonché rapportarsi e parlare con il mondo intero. Ma si parlerà anche dei pericoli più gravi, legati soprattutto agli adulti. Un malintenzionato può usare le informazioni che condividiamo sui social (ad esempio la geolocalizzazione) per sapere che siamo in vacanza e che quindi a casa nostra non c’è nessuno, o può imparare i tragitti e gli orari che abbiamo ogni giorno per i suoi scopi. Quando siamo nella piazza della nostra città non sventoliamo i soldi che abbiamo nel portafogli, e non gridiamo a gran voce il nostro indirizzo. Ecco, è una buona idea fare così anche quando siamo su internet… che è una piazza molto, molto grande. Non mancheranno accenni alla pedopornografia: l’aumento esponenziale del numero degli adolescenti presenti sul web ha determinato un’importante crescita del numero di minorenni vittime di reati contro la persona: sul territorio nazionale, dai 104 casi registrati nel 2016 si è passati a 177 nel 2017 e 202 casi trattati nel 2018; le vittime hanno tutte un’età compresa tra i 14 e i 17 anni. Nell’ambito della pedopornografia online, sono stati eseguiti 43 arresti e denunciate 532 persone, anche grazie alla fondamentale cooperazione di polizia a livello internazionale. Verrà, infine, fornito un semplice decalogo per “navigare sicuri”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here