CONDIVIDI

La sala d’attesa della stazione marittima di Portoferraio è quasi pronta. Sono ormai in fase di chiusura i lavori iniziati tre settimane fa. A breve arriveranno le panchine, già ordinate, in sostituzione di quelle esistenti. Ma intanto sono state già imbiancate le pareti, risistemati i bagni ed è stato rivisto l’impianto elettrico. Questi primi interventi di manutenzione straordinaria serviranno a rendere nuovamente operativi e funzionali i locali della stazione marittima dove, fin a poco tempo fa, regnava il degrado più assoluto. Ad ogni modo, a breve il Comune presenterà il nuovo progetto di redistribuzione interna, per partire, poi, con i lavori di realizzazione della nuova struttura. I soldi sono stati già stanziati. Si parla di 1 milione e 800mila euro previsti nel piano triennale dei lavori pubblici approvato dal comitato di gestione dell’Autorità portuale.

Questo è solo uno degli interventi che, nei prossimi anni, potrebbero modificare radicalmente il volto del porto di Portoferraio. Sì, perché il progetto di trasformazione dell’ex centrale Enel prevede anche la valorizzazione delle mura antiche situate esattamente alle spalle del nuovo centro commerciale. Dovrebbe sorgere un ristorante con un affaccio sul mare. Per quanto riguarda gli interventi più urgenti, da parte dell’Autorità Portuale c’è stato l’impegno, nel corso dell’ultimo tavolo sull’accoglienza turistica del territorio che si è riunito ieri a Piombino, a portare a termine interventi di decoro e pulizia nella zona portuale. Entro questa estate dovrebbe, inoltre, procedere all’asfaltatura della strada (più o meno dal residence fino all’ex distributore).

Nel corso del tavolo, inoltre, è stato riproposto il problema dell’accoglienza invernale. Fondamentalmente, la richiesta delle istituzioni è quella di riprendere la procedura, già avviata all’ex Autorità Portuale di Piombino, che prevedeva l’attivazione di canali di convenzione con alberghi a prezzi vantaggiosi per far fronte alle sospensioni delle corse in caso di maltempo.

Il tavolo tornerà a riunirsi all’Elba tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio. Intanto, in questi giorni sarà convocata una riunione in Capitaneria per revisionare la viabilità di accesso e di uscita dalla zona portuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here