CONDIVIDI

Un pezzo di storia e simbolo dell’Isola d’Elba, oggi non c’è più. Spazzato via dalla mareggiata dei giorni scorsi, oggi ne rimane solo un relitto in mezzo al mare.

“Il recupero e il restauro, al momento sembrerebbero concetti utopici” queste le parole del sindaco Marco Corsini, impegnato nella ripresa della normale attività del comune di Rio “ma mai dire mai. C’è stato un momento di smarrimento tra gli abitanti, la perdita è stata avvertita in maniera forte; sarebbe bello poterlo ricostruire, ma la concentrazione oggi va verso il ripristino della normale attività del porto, soprattutto per cercare di non rimanere isolati per altro tempo”.

“Il recupero e il restauro, al momento sembrerebbero concetti utopici. ma mai dire mai”


Il pontile di Vigneria prima della mareggiata

Il vecchio pontile che, durante l’attività della miniera Riese, serviva per trasferire i materiali estratti sulle navi da trasporto in direzione delle acciaierie di Piombino, rientra oggi nell’area di competenza dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e quindi non direttamente al comune di Rio.

Già negli anni ‘70 una mareggiata aveva abbattuto il pontile, che fu presto ricostruito, perchè fondamentale per il funzionamento delle miniere.

Ad oggi il recupero o comunque il restauro di questo simbolo, senza dubbio importante per l’Elba, avrebbe solamente un valore simbolico e di ripristino storico, non più funzionale per le miniere. Quindi sembrerebbe non giustificare un impegno economico rilevante.


Il pontile totalmente sprofondato in mare

“Al momento stiamo lavorando – continua Corsini – insieme all’autorità portuale, per mettere in sicurezza il sito e recuperare i detriti. Nei mesi scorsi stavamo affrontando con loro dei progetti per il futuro portuale di Rio, tra i temi anche quello del consolidamento del Pontile di vigneria. Il problema è che sfortunatamente, siamo arrivati troppo tardi”.

Si spera che, in futuro, si possa in qualche modo rendere concreto il recupero di un sito così importante a testimonianza dell’attività millenaria delle miniere elbane.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here