CONDIVIDI

I giornali, quelli veri, come “Il Tirreno” e “Il Telegrafo”, hanno correttamente ripreso la notizia, citando il “Corriere Elbano”. D’altra parte, quella delle dimissioni in blocco del CdA della Cosimo de’ Medici, lo meritava.
Peccato che invece la vicenda non interessi i media on line elbani, compresi quelli che si autodefiniscono pomposamente “giornali” e non semplici siti. Certo, come no. Troppo impegnati a fare copia-incolla dei più inutili comunicati-stampa mandati alle redazioni, incapaci di alimentare polemiche che non riguardino esclusivamente i traghetti, per loro l’inchiesta foto-giornalistica sull’accumulo dei rifiuti delle barche ormeggiate in darsena e abbandonati accanto alla Gattaia, e’ evidentemente una non-notizia. Idem per i censori ecologici di Legambiente. Silenzio anche da parte del vicesindaco Roberto Marini, delegato alle partecipate. Lui, in questo caso, non partecipa. Neppure con una servizievole intervista in difesa del CdA.
Bene, ne prendiamo atto. Vediamo fino a quando potranno continuare ad ignorare la crisi al vertice della Cosimo de’ Medici. Magari sperano di parlarne quando le dimissioni verranno ritirate (ma nella lettera c’e’ scritto che sono “irrevocabili”), oppure quando ci sarà l’assemblea che metterà fine al “congelamento” della rinuncia all’incarico decisa dal sindaco Mario Ferrari.
Se poi, invece, arriverà il commissario, almeno quella sarà una notizia?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here