Home Rubriche I Fantasy di Orlandini I fantasy di Alessandro Orlandini – Ep.6 (Tolkien – seconda parte)

I fantasy di Alessandro Orlandini – Ep.6 (Tolkien – seconda parte)

3351
0
SHARE

La volta scorsa ho parlato di come la critica avesse stroncato la produzione letteraria di Tolkien, relegandola a scrittura di seconda categoria. Fortuna che dietro di lui ci fosse suo figlio, il quale non ha mai perso la speranza e l’entusiasmo, proponendo e riproponendo continuamente gli scritti del padre.

Per farvi capire quanto Tolkien sia diventato parte integrante della cultura attuale, e parlo proprio del 2017, vi racconterò un altro aneddoto su ciò che mi è successo al Lucca Comics and Games 2017.
Durante una pausa tra un’intervista, una presentazione e vari firma copie del mio nuovo libro, mi sono ritrovato con mia moglie a passeggio in una delle piazze della città vecchia di Lucca.

Ad un certo punto compare il “mito”: un bambino di otto anni, vestito come Gandalf il Grigio de “Il Signore degli Anelli”, con la pipa in bocca, il cappello a punta in testa e il famoso bastone nelle mani.
Si pone di fronte a noi e, come se fosse la cosa più normale del mondo, sbattendo il bastone in terra dice: «Tu non puoi passare». È stata un’esperienza incredibile.

In quel momento ho capito veramente quanto il lavoro di Tolkien si sia inserito nella nostra cultura, se un bambino di otto anni andava in giro vestito come uno dei suoi personaggi e fiero di ripetere a memoria parti del film.

Sono contento che il regista cinematografico Peter Jackson abbia ridato lustro ad un grande scrittore come Tolkien; suo grande fan e lettore, ha avuto il pregio di proporre all’industria cinematografica un progetto incredibilmente ambizioso: portare su pellicola il più grande libro fantasy di tutti i tempi, rendendogli il giusto merito.

Da quel momento le vendite dei libri di Tolkien hanno avuto una spinta incredibile, diventando tra i più venduti di tutti i tempi.
Per non parlare di tutti i fan club di Tolkien, che in questo modo, hanno ricevuto nuova linfa e nuovi iscritti.

Pensate a quanta strada hanno fatto gli scritti di Tolkien: “Lo Hobbit” fu pubblicato due anni prima che scoppiasse la Seconda Guerra Mondiale, nel 1937.
Oggi è una trilogia cinematografica campione di incassi. Se pensate, poi, a quanto ha sborsato Amazon per acquisirne i diritti e realizzare una serie televisiva su “Il Signore degli Anelli”, si capisce in tutta la sua interezza la grandezza che ha raggiunto il genere fantasy e con lui tutti i suoi più grandi autori, come Tolkien.

Sono ancora una volta qui a chiedervi di aprire la porta del vostro cuore e della vostra fantasia e di farci entrare con gioia, perché noi scrittori fantasy saremo felici di trasportarvi in viaggi incredibili e mondi inimmaginabili.

E, come dico sempre, buona lettura a tutti voi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here