CONDIVIDI

Nei giorni scorsi abbiamo denunciato la scellerata tempistica del comune di Marciana che ha dato il via ai lavori di ripascimento della spiaggia di Sant’Andrea proprio nel bel mezzo delle vacanze (leggi qui).

Ovviamente i turisti non l’hanno presa bene. C’è chi ha minacciato querela per chiedere un risarcimento danni per le ferie rovinate e chi ha interpellato direttamente la sindaca Bulgaresi per chiedere spiegazioni. E ne ha avute di incredibili.

Riceviamo e pubblichiamo le mail che un gruppo di turisti ha inviato al comune di Marciana chiedendo informazioni sui lavori che avrebbero interessato la spiaggia di Sant’Andrea. Non solo si sono visti rifilare qualche giustificazione dal sapore di frottola, ma sono stati persino snobbati quando hanno sollevato dubbi più che legittimi sulla sicurezza dell’ambiente e della loro salute. Ecco le mail:

Data: 3 luglio 2018
Da Turisti Capo Santandrea al sindaco di Marciana

Egregio Sindaco di Marciana, abbiamo appreso che la vostra Amministrazione ha commissionato lavori di ripascimento dell’arenile di Sant’Andrea ​nel periodo dal 03/07/2018 al 10/07/2018. I lavori impediranno di fatto l’utilizzo della spiaggia e dell’adiacente specchio di mare, in condizioni di sicurezza nel rispetto delle leggi sulla sicurezza e sulla salute pubblica, per tutta la durata dei lavori e per tutto il periodo di stabilizzazione dei sedimenti che durerà settimane.
Durante la conversazione odierna il vostro ufficio tecnico ha giustificato il ritardo nell’esecuzione di questo lavoro, a stagione già iniziata, a causa del maltempo e della ritardata assegnazione dei fondi. Queste giustificazioni sono del tutto sono inaccettabili. Come ben sapete le condizioni meteo delle scorse settimane avrebbero permesso i lavori con largo anticipo. Inoltre questi lavori non rivestono affatto un carattere di urgenza tale da dover richiedere l’esecuzione in estate, all’ultimo momento, immediatamente dopo la disponibilità di fondi.
Aggiungiamo che molteplici studi di biologia marina hanno evidenziato che la movimentazione dei sedimenti di fondale​ provoca una dispersione incontrollata di batteri e sostanze nocive in essi​ contenuti, con serio ​danno per la salute pubblica e per il patrimonio ambientale,​ in particlare la prateria di posidonia, specie protetta.
Pertanto, considerate le responsabilità della Vostra Amministrazione sulla tutela Sanitaria e Ambientale, vi chiediamo ​di sospendere immediatamente i lavori in attesa che venga svolto uno studio specifico sui rischi ambientali, medici e danni economici.​
Nel frattempo stiamo collettivamente discutendo la cancellazione delle nostre prenotazioni presso le strutture ablerghiere del luogo, con un conseguente danno per gli albergatori e per noi turisti di cui riterremo responsabile la vostra ​Amministrazione.
Questa corrispondenza è inviata per competenza anche alle altre Autorità affinchè si addoperino per il accertamenti necessari nel rispetto delle leggi applicabili in materia di salute, sicurezza e la salvaguardia dell’ambiente.
Ci riserviamo di intervenire legalmente per tutelare i nostri interessi di turisti e cittadini.

Turisti Capo Sant’Andrea

***
Data: 3 luglio 2018
Da Turisti Capo Santandrea al sindaco di Marciana

Egregio sindaco di Marciana, contrariamente al nostro avvertimento, constatiamo che avete deciso di iniziare i lavori di rifacimento dell’arenile di Sant’Andrea contravvenendo ogni norma di legge sia sulla sicurezza che sulla tutela dell’ambiente.
1) Il cantiere non è segnalato né delimitato secondo norme.
2) I densi sedimenti del fondale si sono dispersi  su tutta la baia di Sant’Andrea.
3) Lei ha firmato un’ordinanza datata 2 luglio per l’inizio dei lavori il 3 luglio, senza rispettare i tempi richiesti per l’affissione all’albo pretorio.
4) Non avete svolto alcuna Valutazione di Impatto Ambientale e di impatto socio economico.
5) I turisti italiani e stranieri presenti sul posto sono inorriditi per la presenza inaspettata del cantiere e del relativo disastro ambientale che state causando e di cui lei è la prima responsabile.
Chiediamo alle Autorità competenti inserite in indirizzo di intervenire immediatamente per sospendere il cantiere fino al ripristino ambientale dei siti e della sicurezza. Chiediamo altresi alle stesse Autorita’ di disporre un’indagine urgente sul procedimento svolto dall’Amministrazione Comunale di Marciana per i lavori in oggetto e di perseguire il Sindaco e tutti gli altri responsabili delle evidenti violazioni di norme e leggi.
Turisti Sant’Andrea
***
Data: 5 luglio 2018
Da Turisti Capo Santandrea al sindaco di Marciana
Al Sindaco di Marciana, in risposta ai suoi commenti alla nostra lettera di ieri, esprimiamo il nostro completo disappunto per come lei ha eluso i punti critici del problema.
La ritardata approvazione del “consuntivo” non la autorizza affatto a contravvenire alle leggi sulla tutela ambientale e sulla salute, ne’ attenua le sue responsabilita’ sui danni economici che avete arrecato all’economia locale e a noi turisti. Lei è tenuta a fare tutte le valutazioni ambientali, sanitarie ed economiche prima di prendere decisioni come il rifacimento dell’arenile in piena estate, usando tecniche ovunque vietate perche’ devastanti per l’ambiente. Si dimostra che le amministrazioni locali non sono ne’ competenti ne’ preparate ad assumere le deleghe sulla gestione del Demanio Marittimo. Il danno ora è stato fatto e di questo vi siete assunti tutte le responsabilità.
Al fine di prevenire conseguenze per la nostra salute chiediamo:
1) Indagine sulla caratterizzazione della sabbia, con analisi svolte ogni 15 giorni a partire dal termine dei lavori fino a meta’ Settembre prossimo,
2) Analisi delle acque, con campioni prelevati in piu’ punti tra l’arenile e la spiaggia Cotoncello (obbligo di legge)
3) Indagine sui danni causati all’ambiente marino della baia, con particolare riferimento alla Posidonia e osservazioni sulle conseguenze da svolgersi a patire dalla fine lavori per un periodo di 12 mesi,
Chiediamo inoltre che i risultati delle analisi delle sabbie e acque vengano pubblicati sul sito del Comune di Marciana e resi accessibili presso l’ufficio della Guardia Medica di Sant’Andrea.
Turisti Sant’Andrea
***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here