Home Cronaca I Fantasy di Alessandro Orlandini – Ep.1

I Fantasy di Alessandro Orlandini – Ep.1

2198
0
SHARE

Il genere letterario denominato “fantasy”, nonostante il nome moderno, deve le sue radici sin dagli albori della civiltà. Senza andare troppo indietro nel tempo, basti pensare ai classici dell’antica Grecia; oggi a scuola la chiamano Epica, ma altro non è che un insieme, bello ed avvincente, di racconti fantasy.

Le divinità, con grandi poteri, ma al tempo stesso più capricciosi e volitivi degli uomini; i semidei, nati dalle passioni amorose degli Dei con le donne più belle del periodo (vedi Ercole, Perseo e molti altri). Le loro gesta, e le loro imprese, ci sono state tramandate da antichi scrittori molto famosi oggigiorno e che sono alla base della nostra storia antica e della nostra cultura.

Nel tempo le storie che parlavano di maghi dagli incredibili poteri, di creature mitiche e leggendarie, di cavalieri dotati di armi magiche di impensabile potere, si sono susseguite, calamitando un sempre maggior numero di lettori e simpatizzanti.

Sono dei primi del novecento i famosi racconti di Tolkien, il creatore de “Il Signore degli Anelli”, che solo con l’avvento del cinema e degli effetti speciali, hanno sdoganato questo grande scrittore, facendolo brillare della luce che meritava. Nell’immediato dopoguerra c’è stato un altro grande della letteratura fantasy, C.S. Lewis, il creatore di “Le cronache di Narnia”.

Ed arriviamo ai primi anni settanta, quando, negli Stati Uniti, una casa editrice decise di fare una scommessa su uno scrittore allora completamente sconosciuto… Terry Brooks. Costui uscì in libreria con il suo primo libro dal titolo “La spada di Shannara”.

Molti altri editori, che non avevano creduto in lui, e tantomeno nel genere che scriveva, in seguito si sarebbero mangiati le mani. Ebbene, il primo vero libro fantasy del ventesimo secolo fu un best seller per tantissime settimane, rimanendo tra i primi libri in classifica più letti e venduti in America e, oggigiorno, Terry Brooks è il più grande scrittore fantasy degli ultimi cinquant’anni.

Da allora il genere fantasy è cresciuto esponenzialmente, poiché tutte le case editrici del mondo hanno ritirato fuori dai loro cassetti, titoli e autori che, oggi, sono tra i più famosi e conosciuti.

Con l’avvento dei grandi effetti speciali nel cinema, poi, il fantasy è letteralmente esploso. Dapprima le grandi case cinematografiche li avevano usati per i film di fantascienza, poi, un coraggioso regista, Peter Jackson,verso la fine degli anni novanta, riuscì a convincere la famosa Warner Bros e la MGM ad investire sul genere fantasy, scegliendo quello che, oggi, è un pilastro della cinematografia contemporanea fantasy.

Prima di allora c’era stato qualche tentativo di portare su pellicola famosi libri fantasy, ma con scarsi risultati, per via di motivi tra i più diversi, che spiegheremo nella prossima puntata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here