Home Cronaca Premio La Tore e diritto di critica

Premio La Tore e diritto di critica

347
0
SHARE

La scorsa settimana è arrivato anche a noi il comunicato stampa del Presidente del Premio letterario La Tore Isola d’Elba in risposta alla critica mossa nell’articolo del precedente numero del Corriere Elbano.

Questo è il link all’articolo: http://www.corrierelbano.it/2018/03/01/premio-letterario-la-tore-vince-philippe-daverio/

Qui sotto, riportiamo in breve la polemica contenuta nel comunicato stampa e la risposta del nostro direttore.

Egregio Direttore,
in merito all’irriguardoso commento apparso sul Corriere Elbano nell’ultimo numero riguardo ai nostri ultimi vincitori Walter Veltroni e Dario Franceschini, mi consenta una vibrata protesta. Cito: ‘Torna finalmente alle origini il Premio La Tore. Dopo due edizioni che avevano privilegiato i politici- scrittori (prima Valter Veltroni e poi direttamente il ministro della Cultura, Dario Franceschini, per libri destinati a non lasciare traccia nella letteratura italiana), quest’anno la giuria ha deciso di invertire la rotta.” Sono davvero stupito di tanta leggerezza nei giudizi da parte di una testata come quella da Lei diretta, abituato ad un rapporto di stima e considerazione reciproca avute col Suo predecessore.

Jacopo Bononi, Presidente Premio letterario La Tore Isola d’Elba

La sua lamentela, soprattutto per il dubbio gusto del riferimento ai rapporti con il mio predecessore, mi lascia del tutto indifferente. Quei libri li ho letti e come giornalista professionista, con oltre quarant’anni di esperienza, ribadisco il mio buon diritto a giudicarli negativamente. E non sarà certo lei ad insegnarmi come fare il mio mestiere. Che ho affinato facendo il vicedirettore di Indro Montanelli. Lei, invece?

Guido Paglia, Direttore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here