CONDIVIDI
“Posso capire che si tratti di un problema delicato che merita grande attenzione, ma sparare a zero contro l’amministrazione di Marciana Marina solo per l’annuncio di un possibile percorso, mi sembra francamente esagerato. Equivale a fare un processo alle intenzioni. Non c’è in corso alcun colpo di mano e cercherò di spiegarlo chiaramente ai responsabili di Legambiente già in giornata. Se durante l’iter di questo percorso, ci imbatteremo in ostacoli insormontabili, accantoneremo il progetto senza problemi. La difesa della salute sta a cuore a noi esattamente come a Legambiente”.
Gabriella Allori, sindaco di Marciana Marina, nella vita e’ anche la responsabile della segreteria del Circolo della Vela. Quindi, le questioni legate ai divieti di balneazione delle spiagge dell’area portuale, li conosce benissimo da anni. E non ha nessuna intenzione di adottare provvedimenti che si limitino ad aggirare le proibizioni senza aver prima spazzato via le cause che hanno determinato quei divieti. Ecco perché parla di “processo alle intenzioni”.
Certo, se anche i media facessero uno sforzo per evitare di creare inutili allarmismi su uno studio di fattibilità che non è ancora neppure iniziato, sarebbe tanto di guadagnato. La stagione turistica e’ alle porte e “sparate” di questo tipo non aiutano ad affrontare e a provare a risolvere i problemi che Marciana Marina si porta appresso da troppo tempo.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here