Home Rubriche I personaggi E’ lo chef Michele Nardi il miglior barman 2017

E’ lo chef Michele Nardi il miglior barman 2017

2411
0
SHARE

Vince il cocktail a Km 0

E’ stato Michele Nardi, chef del ‘Bitta 20’ a Portoferraio, che con il suo medium drink CaipirElba si è aggiudicato il primo posto nella gara finale del corso ‘Fusion old and mixology’, tenutosi lo scorso cinque dicembre all’’istituto professionale ‘Foresi’ di Portoferraio. Dopo poco più di due settimane di corso intensivo riconosciuto dall’Aibes (Associazione italiana barmen e sostenitori), con la guida del barman Paolo Stoppa e del suo aiutante Michele Falchetti, coadiuvati dalla professoressa Fortuna Sarappa, gli undici discenti in gara hanno proposto e preparato cocktail di loro invenzione. «Sono molto soddisfatto – ha commentato Paolo Stoppa – dei risultati che hanno raggiunto i ragazzi in così poco tempo. Mi dispiace solo che una delle iscritte non ha potuto prender parte alla gara finale per motivi di salute».

Primo classificato

Michele NardiChef 49enne, lavora al Bitta 20 di Portoferraio. CaipirElba (medium drink, anytime)Rum bianco, lime, sciroppo di erbe selvatiche elbane, soda alle erbe e mirto, corbezzoli maturi, castagna glassata, mirto e mortella, menta, nepitella, rosmarino, lavanda finocchio, elicriso, oli essenziali di limoni di Sant’Andrea.

Secondo classificato

 

Federico Coletti. Bartender 33enne, lavora alla ‘Gran Guardia’ di Portoferraio. Black Moscow (long drink, after dinner) Vodka, succo di arancia fresco, liquore alla liquirizia, lime, zucchero di canna bianco zenzero a rondelle, menta, Ginger Beer e ghiaccio.

Terzo classificato

 

Yarisleidy PortalBartender 28enne, lavora al ‘Caffè del Porto’ di Portoferraio. Frutto del paradiso (medium drink, anytime) Vodka, cointreau, lime, menta, succo di melograno fresco, zucchero di canna e miele.

I membri della giuria di degustazione

A valutare le inedite bevande in gara sono stati, per quanto riguarda la parte organolettica, lo chef Alvaro Claudi, il preside dell’istituto, Enzo Giorgio Fazio, il maitre dell’Hotel Villa Ottone, Marco Macchi e il direttore del Corriere Elbano, Massimiliano Cordeddu.

Alvaro Claudi

Trasferitosi sull’Isola negli anni ’70, rappresenta l’eccellenza della cucina elbana. E’ stato tra i fondatori di Slow Food, presidente dell’Associazione Cuochi Elbani e ufficiale della Croce Rossa

«Il cocktail che ha vinto – ha sottolineato il noto chef e membro della giuria Alvaro Claudi – è un pestato in cui l’autore è riuscito ad amalgamare armoniosamente i profumi autunnali ed invernali della nostra Isola con ingredienti assolutamente non elbani come il rum e il lime. Ha usato materie prime autoctone che lui stesso ha raccolto e confezionato: dalla mentuccia alle bacche di mirto e mortella, dalle castagne glassate agli oli essenziali di limone di Sant’Andrea, dai corbezzoli al rosmarino, dall’elicriso alla nepitella».

Prof. Enzo Giorgio Fazio. Dal 2015 riveste il ruolo di dirigente scolastico dell’Istituto statale di istruzione superiore ‘Foresi’ di Portoferraio, dove si è svolta la prima edizione del corso.

Marco Macchi. Di origini maremmane si è trasferito all’Elba nel ’75. Associato Amira (Associazione Maitres Italiani Ristoranti ed Alberghi) è direttore di sala dell’Hotel Villa Ottone.

Giuria tecnica

La parte tecnica, invece, legata alla preparazione delle bevande in gara è stata giudicata dal capo barman dell’Hotel Residence Le Acacie, Massimo Pileri e dal socio benemerito dell’Aibes, Giuseppe Marchini, ex capo barman dell’Hotel Le Picchiae. 
Massimo Pileri. Nato e cresciuto sullo Scoglio ha gestito un ristorante a Procchio. Associato Aibes attualmente è capo barman all’Hotel Residence le Acacie.

Giuseppe Marchini. Originario di Forte dei Marmi vive all’Elba dagli anni ’70. Socio benemerito Aibes è stato capo barman dell’Hotel Le Picchiaie fino alla pensione.

L’ex allievo

Matteo Del Punta. Bartender 23enne di Portoferraio. Dopo aver lavorato all’enoteca ‘Gustavino’ di Portoferraio, ha frequentato il corso Aibes nel 2016 e attualmente lavora da free lance in diversi bar dell’Isola.

Il tutor

Michele Falchetti. Braccio destro del barman ‘number one’ per eccellenza dell’Elba, Paola Stoppa, lavora nel prestigioso hotel cinque stelle Villa Ottone. Durante il corso ha collaborato come tutor affiancando gli allievi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here