Home Società Il matrimonio dell’anno celebrato nella suggestiva cornice di Villa Ottone

Il matrimonio dell’anno celebrato nella suggestiva cornice di Villa Ottone

17457
0
SHARE

E’ stato certamente il matrimonio dell’anno, quello celebrato lo scorso 7 settembre all’Hotel Villa Ottone di Portoferraio. A convolare a nozze sono stati Giuseppe Savarese, alto dirigente e comandante d’armamento Moby e la bellissima laconese Francesca Muti. La sposa ha fatto il suo ingresso non nella classica automobile di lusso, ma a bordo di una barca in legno, accompagnata da un emozionatissimo papà Alberto.

Ad attendere la sposa sul piccolo moletto c’era il figlio della coppia, Tommaso, il quale ha dato il suo piccolo contributo cerimoniale, tirando simbolicamente la cima dell’imbarcazione con la quale è arrivata la mamma. La cerimonia è stata celebrata dal primo cittadino di Capoliveri, Ruggero Barbetti, accompagnato per l’occasione da una vigilessa in alta uniforme con il gonfalone del Comune elbano. Vincenzo Onorato e la compagna Alexandra i testimoni dello sposo, mentre Francesca ha scelto il fratello Riccardo e la migliore amica Claudia. Barbetti, al termine del rito nuziale, ha donato ai novelli sposi una copia del Cd del cantautore Giorgio Faletti, nel quale è presente il brano dedicato all’Elba: «Da casa mia si vede il mare».

«Nell’organizzare il matrimonio – ci confida la sposa – ho curato tutto nei minimi dettagli, unendo i due elementi che maggiormente rappresentano le nostre radici personali. Ho deciso di arrivare dal mare per lo stretto legame che Giuseppe ha con l’acqua, ma anche segnando con i nomi dei nodi marinari i tavoli nei quali hanno cenato gli invitati. L’altare con le botti e i grappoli d’uva, invece, voleva rappresentare le mie origini legate ai frutti della terra. L’aleatico offerto dopo il banchetto è quello prodotto dalle vigne della mia famiglia».

Quasi al tramonto, dopo il fatidico ‘si’, è stato offerto agli ospiti un aperitivo, curato nei minimi dettagli dal Bar manager dell’hotel, Paolino Stoppa. La cena nuziale è stata servita all’interno della villa. Il menù a base di pesce fresco ha visto come protagonisti i paccheri al sugo di astice, un sorbetto mediterraneo e una gustosissima pezzonia in crosta di sale al Pernot con contorno di verdure. Le pietanze sono state accompagnate dagli ottimi vini delle cantine elbane di Sapereta e dall’eccellente vino rosso, ‘Sussuro’, prodotto dall’azienda agrituristica Montefabbrello di Schiopparello. Infine, prima del tradizionale taglio della torta nuziale, un inaspettato spettacolo pirotecnico ha stupito tutti gli invitati alla cerimonia da mille e una notte…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here