Home Ambiente Scopri la natura nelle isole dell’Arcipelago

Scopri la natura nelle isole dell’Arcipelago

644
0
SHARE

di Aurora Ciardelli

E’ stato stampato da pochissimo il Quaderno Biowatching n. 3 del Parco, si chiama “Scopri la natura nelle isole dell’Arcipelago Toscano” ideato, progettato e scritto dal Direttore del Parco Franca Zanichelli, con le illustrazioni di Concetta Flore, tradotto anche in inglese, francese e tedesco per i giovani ospiti stranieri. Un taccuino inedito fatto di schede tematiche illustrate, che svela i segreti per diventare esploratori, pensato per i ragazzi, ma utilissimo anche per adulti curiosi e amanti della natura. L’Ente da sempre investe energie in progetti di educazione ambientale per i ragazzi che promuovano il rispetto della biodiversità e la passione per la natura e per le isole dell’Arcipelago. Dal turismo scolastico ai laboratori didattici ed esperienziali, ma con questo taccuino, forse è stato affrontato il lavoro più difficile: abituare all’osservazione, trasmettere la capacità di cogliere gli elementi adeguati per il riconoscimento delle specie, saper descrivere in modo facile cose complesse, rispondendo a tanti perché sulla natura. Il manuale di 80 pagine illustra gli habitat terrestri e marini delle isole dell’Arcipelago Toscano insegnando a riconoscere: rocce, minerali, flora, fauna, uccelli, pesci, cetacei, le farfalle, funghi ecc. e stimolando l’osservazione naturalistica. Nel testo sono state selezionate oltre 500 specie sulle migliaia presenti nelle isole dell’Arcipelago Toscano e raffigurate solo quelle più caratteristiche e più facilmente osservabili. L’obiettivo è appassionare e incuriosire, cominciando da un approccio facile e intuitivo, che potrebbe trasformarsi in un vero hobby o in una futura professione. «Quando usciamo all’aperto per scoprire gli animali e le piante – consiglia Franca Zanichelli – possiamo usare qualche accorgimento e alcuni strumenti utili: il binocolo serve per avvicinare gli animali mentre la lente mette in evidenza i minimi particolari. Sulla mappa è utile controllare il percorso e poi annotare sul taccuino, con qualche schizzo, quello che abbiamo visto e riconosciuto. Non sempre riusciremo a riconoscere subito ciò che osserviamo, ecco perché è meglio portarsi una macchina fotografica o un telefonino per scattare immagini che poi andremo a controllare con calma. Un piccolo contenitore è invece comodo per raccogliere indizi e resti da esaminare poi con attenzione. Sfogliando questo manuale troverete illustrati gli habitat e tante specie di animali e piante che potrete incontrare nelle isole del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Potrete imparare in fretta diventando esploratori in gamba. Buon divertimento».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here