Home Società Eventi e Cultura Ai Vigilanti Renato Cioni in scena la solitudine nell’età moderna

Ai Vigilanti Renato Cioni in scena la solitudine nell’età moderna

772
0
SHARE

Tutto esaurito ai Vigilanti Renato Cioni per lo spettacolo “l’Inquilina del piano di sopra”. La piece, frutto della mente di Pierre Chesnot, è diretta da Stefano Artissunch e interpretata da Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero. Una commedia brillante in cui «Sophie – spiega la De Laurentiis parlando del suo personaggio – arrivata ai 40 anni, si accorge di non avere nessuno accanto. Dopo aver tentato il suicidio viene fermata dalla sua amica Suzanne (interpretata da Laura Graziosi, ndr) che la invita a rendere felice un uomo. Per cui, la protagonista, decide di prendersi il primo che passa». Il fortunato è il suo vicino Bertrand, Ugo Dighero: «Mi allaga l’appartamento e quindi sono costretto a protestare. Da lì si capisce subito come va a finire. Però è interessante vedere come si sviluppa la storia d’amore fra questo professore misogino che si ritrova a tentare un rapporto con la vicina di sopra». Interpretare questi personaggi è stato difficile soprattutto per la De Laurentiis che ci racconta di essere molto diversa da ‘Sophie’: «ho dovuto lavorare moltissimo di fantasia per poter immaginare una donna sola». Per Dighero invece ci sono molte cose che lo avvicinano al suo personaggio, soprattutto l’aver a che fare con alcune nevrosi femminili.

Questa per voi è stata la prima volta all’Elba?

Ugo Dighero: Ci sono già stato. Ho addirittura registrato uno spettacolo in questo teatro che si chiamava “C’era una volta un re…ma morì” che è la favoletta più breve di Gnappo, uno dei miei personaggi.

Gaia De Laurentiis: Per me, invece, è la prima volta. In tutti i sensi, non soltanto qui a teatro. Non avevo mai messo piede su questo suolo.

Avete avuto modo di visitarla?

G: Sì, questo pomeriggio abbiamo camminato molto e ci siamo fatti un bel giro. U: io ci ho anche girato attorno, nel vero senso della parola. Sono anche stato a pescare, con fucile e tutto quanto. Non ho mai preso niente, ovviamente, però ci ho provato.

Ricordate qualche aneddoto simpatico di questa tournee?

U: in questi casi ci si inventa sempre qualcosa quando si fa questa domanda per non fare brutte figure. Mi ricordo Gaia che una volta durante una scena è caduta e ha battuto la tempia. Diciamocela tutta è un miracolo che riesca ancora a parlare, ma la parte destra del cervello è completamente lesionata… (ride)

G: No, dai. Aneddoti ce ne sono stati. Quante volte ci diciamo… Ma possiamo raccontarne uno di un altro spettacolo?

U: No, non vale!

G: Qualche giorno fa, siccome lancio dei vestiti da dietro le quinte e mi cambio nel mio bagno (di scena ndr.), siccome non c’era tanto spazio ho pensato di lanciarne soltanto uno. Peccato che erano altri i cambi che dovevo fare. Così mi sono ritrovata senza un vestito per una scena. Ci voleva una telecamera dietro le quinte perché mi sono arrampicata nel retro del palcoscenico per riuscire a prenderlo.

Oltre a questo spettacolo, i prossimi programmi degli attori saranno in televisione, con un programma, “Missione green” su La5, condotto dalla De Laurentiis, su ambiente ed ecosostenibilità, in cui si spiega come si può vivere rispettando la natura e risparmiando, e in teatro per Dighero, prima con “Mistero Buffo” di Dario Fo e poi con “Momenti di in/trascurabile felicità” di Francesco Piccolo. La tournee de “L’Inquilina del piano di sopra”, invece, proseguirà in altri teatri della Toscana per poi continuare in tutta Italia, «senza dimenticare – conclude ridendo Ugo Dighero – la tappa Pantelleria-Innsbruck».

Il prossimo appuntamento, al teatro dei Vigilanti Renato Cioni, è per domenica 19 febbraio con la celebre commedia di Eduardo De Filippo, “Filumena Marturano”, con Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses, per la regia di Liliana Cavani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here