Home Comuni Hotel Sardi, ‘rifugio’ per gli amanti del trekking immerso tra cielo, mare...

Hotel Sardi, ‘rifugio’ per gli amanti del trekking immerso tra cielo, mare e sentieri

2900
0
SHARE

Sono sempre di più i turisti che scelgono Pomonte come meta per trascorrere le loro vacanze all’Elba. E non solo grazie alla potenza divulgativa di Booking e Tripadvisor, ma an-che al sempre valido passaparola dei tanti clienti che consigliano il versante occidentale dell’isola a parenti e amici. Del resto, parliamo di una zona ideale sia per un soggiorno estivo, quando è possibile evitare la ressa delle località più affollate, sia nella bassa stagione, coi suoi tramonti e i sentieri panoramici. In questo piccolo angolo di paradiso, l’Hotel Sardi accoglie gli ospiti della Costa del Sole da ben tre generazioni. Costruito dall’omonima famiglia nel 1969, oggi è gestito dalle sorelle Laura e Chiara, e vanta da alcuni anni il certificato di eccellenza di Tripadvisor. «Per noi è un riconoscimento importante – ci dice Chiara – perché è la dimostrazione che chi viene a farci visita torna a casa con un bel ricordo e con la voglia di ripetere l’esperienza».

Ma cosa rende l’Hotel Sardi una struttura di qualità? «Bisogna metterci l’anima tutti i giorni – afferma Laura – a prescindere da un eventuale cliente in incognito. Essendo a conduzione familiare, ormai vediamo questa struttura come casa nostra e i nostri visitatori come degli ospiti. Per questo motivo, un’eventuale insoddisfazione da parte di un nostro cliente ci dispiacerebbe ulteriormente». Indispensabile è anche un’attenta programmazione, che abbraccia soprattutto i mesi invernali, per salvaguardare la struttura dal degrado e mantenerla sempre moderna e accogliente. «Non possiamo permetterci un inverno intero di vacanza – spiega Chiara – perché si accumulerebbe troppo lavoro per l’anno seguente. La nostra struttura è prevalentemente in legno e l’aria di mare tende a consumarla più velocemente, quindi la manutenzione da mettere in preventivo è tanta. Ogni anno, inoltre, programmiamo alcune spese per il rinnovo del mobilio, l’ornamento delle terrazze o per interventi sull’impianto idroelettrico. Insomma, di lavoro ce n’è eccome in ogni periodo dell’anno».

L’apertura dell’albergo va, grosso modo, dalla fine di marzo ai primi di novembre, per poter sfruttare anche le opportunità date dalla primavera e dall’autunno. In questi periodi, l’Hotel Sardi propone, in convenzione con la Cooperativa Pelagos, escursioni gratuite e attività di snorkeling e kayak, approfittando del mare an-cora caldo. Dopo una breve vacanza nella seconda metà di novembre (non più di una quindicina di giorni), lo staff torna ben presto operativo. Già da gennaio arrivano le prime prenotazioni dei clienti più affezionati, che non intendono lasciarsi sfuggire le camere migliori. Le più ambite sono quelle che, seppur di dimensioni più ridotte, godono del panorama più suggestivo. Ogni stanza è dotata di un piccolo frigo, Tv, telefono e wi-fi, mentre l’impianto di climatizzazione comprende sia l’aria condizionata che il riscaldamento. Fino a qualche anno fa, infatti, la struttura è rimasta aperta anche per Natale e Capodanno.

Dal 1976 l’hotel fa parte dell’Associazione Albergatori e, negli anni Novanta, è stato tra i fon-datori del Consorzio Costa del Sole. «Un’occasione – riprende Chiara – per rimanere uniti e fronteggiare assieme le problematiche comuni, dato che siamo tutti delle piccole realtà situate nella stessa zona. Non ci sentiamo un ente slegato dall’Associazione Albergatori, ma come un valore aggiunto».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here