Home Cronaca Blu Navy, elettricista 45enne muore mentre ripara ascensore

Blu Navy, elettricista 45enne muore mentre ripara ascensore

Il tragico incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 7:30. Le corse dell'Acciarello sono riprese alle 11:45

3620
0
SHARE
La nave Acciarello della compagnia Blu Navy

La vittima del tragico incidente è Matteo Arena, 45 anni, originario di Messina, e da soli due giorni imbarcato come elettricista sulla nave ‘Acciarello‘ della compagnia di navigazione Blu Navy. Non sono ancora chiare le ragioni che hanno provocato la morte dell’elettricista, il quale al momento del tragico incidente stava riparando un ascensore interno al traghetto. 

L’incidente mortale è avvenuto questa mattina intorno alle 7:30, quando la motonave Acciarello, ferma a Piombino dopo aver svolto la prima corsa dall’Elba, si accingeva ad imbarcare i passeggeri per ripartire verso Portoferraio. Le dinamiche non sono ancora chiare, ma pare che i colleghi dell’elettricista abbiano cercato di comunicare via radio con l’uomo, il quale non rispondeva alle ripetute chiamate. Questi ultimi, preoccupati, si sono recati nel vano ascensore dove l’operaio messinese stava effettuando dei lavori di manutenzione. Una volta arrivati sul luogo dell’incidente hanno trovato il corpo senza vita e dato l’allarme. Sul posto é arrivato il medico legale per effettuare una prima ricognizione esterna sul cadavere insieme agli agenti della polizia scientifica e cercare di ricostruire la dinamica dell’ incidente. Inizialmente si era ipotizzato che Arena fosse rimasto folgorato, ma non si esclude che invece possa essere rimasto schiacciato. Il suo corpo, in posizione fetale, é stato ritrovato sopra l’ elevatore ma in attesa dell’ arrivo del medico legale i soccorritori, dopo averne constatato il decesso, non lo hanno spostato e dunque non é chiaro se presenti altre ferite che possano fornire maggiori informazioni sulla causa della morte.

La nave, intorno alle 12, dopo che l’area interessata dal grave incidente è stata posta sotto sequestro dalla Capitaneria di porto, Asl e Polizia, ha mollato gli ormeggi e ha ripreso la linea. La salma dell’elettricista è stata trasferita al cimitero di Piombino, dove verranno eseguiti gli esami autoptici.

I passeggeri rimasti a terra, circa 130 auto e 500 persone, sono stati tutti riprotetti sulle navi Moby-Toremar.

La compagnia di navigazione Blu Navy, nella serata di ieri ha inviato una nota nella quale si dice: “Sconvolta per la morte del marittimo Matteo Arena, 45 anni, messinese, avvenuta stamane a bordo del traghetto Acciarello mentre era ormeggiato nel porto di Piombino in attesa di ripartire per Portoferraio. La compagnia si è attivata subito dopo l’incidente, avvenuto nella zona dell’ascensore della nave e le cui cause sono in fase di accertamento, per informare la famiglia della vittima e fornire tutta l’assistenza del caso. La scomparsa del marittimo ha causato immenso dolore all’interno di tutto il team Blu Navy, dove la collaborazione tra management e personale è massima. La priorità in questo momento è dare il massimo supporto alla famiglia della persona deceduta. Blu Navy – termina il comunicato stampa – sta collaborando con tutti i soggetti coinvolti e ringrazia le autorità pubbliche e le altre compagnie per l’assistenza fornita durante l’emergenza. La nave Acciarello, ripartita da Piombino alle 11.45, sta attualmente continuando a operare sull’abituale rotta per Portoferraio grazie ai colleghi di equipaggio di Arena che, con senso di grande responsabilità, sia pure nell’immenso dolore, stanno cercando di ridurre al minimo i ritardi e disagi per l’utenza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here