Home Cronaca Il Mercato europeo tra entusiasmo e polemiche

Il Mercato europeo tra entusiasmo e polemiche

1413
0
SHARE

“Di fronte a me hanno sistemato un incredibile carne alla brace argentina. I camini per la cottuna della carne sono a 25 cm dalla mia veranda. Molta gente, secondo me, di mangiare del pesce sentendo l’odore della carne alla brace non è che ne abbia voglia. In più hanno fatto un simpatico ristorante modello Festa dell’Unità proprio qui davanti a noi”. A parlare è il proprietario del ristorante Stella Marina di Portoferraio a proposito del Mercato Europeo, la manifestazione organizzata da Fiva-Confocommercio in collaborazione con l’associazione isolana. Sono parole dure nei confronti dell’evento di cui, l’esercente, lamenta un’organizzazione non poi così perfetta.

“Non siamo al top della felicità anche se manifestazione come questa fanno bene alla nostra isola – continua il ristoratore – La cosa che più mi preoccupa è l’assenza dei servizi igienici, non ne ho visto neanche uno. Alle persone più educate consento di andare alla mia toilette. Ma se lo facessi fare a tutti sarei un diurno e non più un ristorante. E poi mi chiedo, come fanno queste persone a rispettare un’igiene minima. Le norme hccp – conclude – prevedono il lavaggio delle mani e soprattutto la massima cura dell’igiene”.

In ogni caso l’evento si è svolto, come da un paio d’anni a questa parte, lungo la Calata Italia, dalla banchina d’alto fondale fino a Piazza della Repubblica. Ha riunito oltre 120 banchi provenienti da tutto il mondo. C’erano olandesi, argentini, brasiliani, oltre che, chiaramente, gli ambulanti provenienti da tutta italiana. Stand enogastronomici, con specialità di diverse regioni italiane. E poi ancora le più classiche bancarelle di oggetti per la casa, abbigliamento e bigiotteria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here